Dalle facoltà alle scuole. Così cambia l’Università

4 apr. – Non ci saranno più le 23 facoltà dell’università di Bologna ma 11 scuole cui afferiranno 33 dipartimenti. Ieri la decisione è stata votata dal Senato accademico all’unanimità e al pomeriggio dal Consiglio di amministrazione dell’ateneo dove si sono registrati 3 voti contrari (il rappresentante del governo e due dei lavoratori) e due astenuti. Una piccola rivoluzione per l’ateneo bolognese nel solco della riforma Gelmini e del nuovo Statuto.

Tra le nuove scuole, che saranno operative dall’anno accademico 2013-2014, solo Giurisrudenza e Medicina manterranno lo stesso nome delle precedenti facoltà. A ottobre ha spiegato il rettore inizierà la programmazione didattica che verrà presentata nel marzo 2013.

Le nuove scuole saranno: Agraria e Medicina Veterinaria, Farmacia, Biotecnologie e Scienze Motorie, Economia, management e statistica, Giurisprudenza, Ingegneria e Architettura, Lettere e Beni Culturali, Lingue e Letterature, traduzione e interpretazione, Medicina e Chirurgia, Psicologia e Scienze della Formazione, Scienze, Scienze Politiche.

Il nuovo Senato accademico verrà invece votato a breve: tra il 17 e il 19 aprile.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.