Cusb abbandona. Lo Sterlino passa al Comune

sterlino

Bologna, 9 gen. – Dopo due anni il Cusb rinuncia e cede la piscina dello Sterlino al Comune. Lo annuncia in una nota Vincenzo Santis, uno dei tre commissari del Cusb scelti dal Cusi (Centro universitario sportivo italiano). Entro il mese di gennaio si completerà l’operazione, con il passaggio della gestione all’associazione temporanea di imprese che già ora ha in mano le chiavi delle piscine di Bologna.

Lo conferma anche l’assessore Luca Rizzo Nervo, sorpreso dall’uscita del comunicato in corso di trattativa. Il COmune, ci spiega l’assessore, potrebbe subentrare nel mutuo al posto di Cusb per la parte restante, si tratta di 3 milioni e mezzo. La proposta del Comune è di pagare quella cifra con i 490mila euro che annualmente doveva pagare per l’utilizzo di alcune corsie della piscina. I giochi però sono ancora in corso e il piano dovrà essere approvato dalla banca che ha aperto il mutuo. L’assessore sta pensando per l’anno prossimo anche un bando unico per la gestione delle piscine bolognesi.

Per il Cusb si tratta di liberarsi di un pesante fardello, “ha rischiato di chiudere” si legge nel comunicato. Santis parla di un iter “concordato con i vertici dell’Università e il Comune che ci permetterà di superare questo momento di impasse, coinciso con l’acquisto dello Sterlino”.

Il Cusb rilevò dal Coni l’impianto di via Murri dopo una trattativa di oltre sei mesi e un mare di polemiche con i precedenti gestori (Aics), da sempre critici sulla fattibilità del piano Cusb, rivelatosi ora un fallimento.  E proprio Aics-2000Service, che fa parte dell’Ati rientrerebbe dalla finestra nella gestione.

Da metà ottobre il Cus Bologna è in mano a tre commissari (Antonio Dima, Lorenzo Lentini e appunto Vincenzo Santis) che,  assieme a due dirigenti (Federico Panieri e Cinzia Garbellini), hanno cercato con il Comune, l’Ateneo e l’associazione di imprese una via d’uscita: “A fine del 2013, in Comune, ci siamo incontrati con l’assessore allo sport Luca Rizzo Nervo e tutti i rappresentanti dell’Ati, per la cessione dello Sterlino” e oggi arriva il ‘lieto annuncio’: la cosa si farà “entro fine mese”.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.