Cristina Donà: “Ho fatto pace con il mio primo disco”

6 giug. – “Ho sempre cercato di staccarmi dalle mie opere e, in particolare, dal mio primo disco. Pur avendomi creato una bella aurea intorno, volevo discostarmene. Ma dopo vent’anni posso dire di aver fatto pace con quell’album e con quel sentimento” così ai microfoni di Piper Cristina Donà che, in occasione del Biografilm Festival, ripropone al Parco del Cavaticcio il suo album di esordio Tregua. Una decisione che, come spiega la cantautrice, coincide con “un riconoscimento, un premio per coloro che mi seguono fin dall’inizio”.

L’album, che segna l’inizio della fortunata carriera della cantautrice, esce nel 1997 per la storica etichetta indipendente Mescal che “nacque proprio in occasione dell’uscita dell’album perché non trovavamo una major disposta a pubblicare il disco. Erano anni molto favorevoli per un certo tipo di musica che era veramente indipendente. All’epoca si vendevano ancora molti dischi e nascevano molte etichette, anche all’interno di major, per sostenere le produzioni cosìddette “alternative”. La scena milanese di quegli anni, in particolare con gruppi come Afterhours, Casino Royale e Ritmo Tribale, era molto fervida”.

Il disco, non a caso, vede la produzione artistica di Manule Agnelli: “L’ho incontrato nei primi anni ’90, a Milano,  durante l’occupazione dell’Accademia di Brera. È stato lui a spingermi a scrivere in italiano e ha curato anche la produzione del mio secondo album, Il nido“. Nel 2017, invece, quali sono le proposte migliori del panorama musicale italiano? “Ho un debole per Brunori Sas e Dimartino. Ma mi piacciono anche Io e la tigre e Sara Loreni e, in particolare, La rappresentante di lista“.

Il concerto speciale al Bioparco di Cristina Donà,  dunque, coincide con una “rivisitazione del mio primo album inserendo alcune novità che ho elaborato insieme a Cristiano Calcagnile, grande musicista di nature free jazz che mi ha anche accompagnato nei primi anni. Nella seconda parte del concerto, invece, ripropongo brani ripresi dai dischi successivi”. C’è un consiglio che Cristina Donà sente di dare alle giovani leve? “Lavorare molto sulle proprie capacità e sviluppare la tecnica senza arrivare all’esercizio di stile“.

Cristina Donà si esibisce sul palco del Biografilm Festival il 6 giugno alle 21,00. L’ingresso è gratuito.

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.