Costi della politica. Pd e Pdl dicono “no” ai tagli

24 lug. – Passa all’unanimità in Assemblea legislativa il Testo unico per il funzionamento dell’aula di viale Aldo Moro. Falcidiati gli emendanti “anti casta” avanzati dai 5 Stelle, che avrebbero colpito indennità di funzione e altri costi della politica regionale. Resta al palo, ad esempio, la proposta marchiata M5s di decurtare, dalla metà ad un decimo, l’indennità dei consiglieri regionali sottoposti a misure restrittive. Nel concreto, una misura che riguarda in particolare l’ex capogruppo del Pdl Luigi Giuseppe Villani, colpito dal divieto di dimora a Bologna dopo essere stato arrestato e poi ai domiciliari per l’inchiesta Public money della Procura di Parma e in attesa del processo (prima udienza il 4 ottobre).

L’emendamento dei Cinque stelle ha finito per spaccare la maggioranza di centrosinistra: Sel, Verdi e Fds hanno votato a favore, insieme ai grillini, mentre il Pd si è opposto con l’aiuto del Pdl. E così la proposta è stata bocciata. Non c’è solo questo. I pentastellati hanno presentato una serie di emendamenti per tagliare i costi della politica. “Ce li hanno bocciati tutti, anche quello in cui chiedevamo di tagliare le auto blu e di vietare l’assunzione dei conviventi nei gruppi regionali“, attacca Andrea Defranceschi dei 5 Stelle.

“Devo dire che sono a favore d’emendamento per tagliare l’indennità dei consiglieri che sono in carcere o ai domiciliari – interviene in aula il capogruppo di Sel, Gian Guido Naldi– ci ritroviamo a dare un doppio stipendio: intero per il consigliere regionale che subentra in surroga e al 50% per quello sospeso. Questa situazione non e” giustificabile, bisogna intervenire sulla quota”.

Mario Mazzotti, relatore del testo unico, ci racconta i pregi del testo approvato all’unanimità. “Mette ordine a vecchie normative e stabilisce un tetto al costo della politica regionale, 7 euro e mezzo l’anno come massimo per ogni abitante.” Già ora l’Assemblea regionale riesce a stare sotto questa soglia (33 milioni di euro) di poco meno di un milione. Sulla bocciatura degli emendamenti dei grillini Mazzotti è netto: “Non possiamo inseguire i numeri, quelle sono proposte di bandiera“.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.