Così mi distraggo un po’. Tre giorni dedicati a Lucio Dalla

Bologna, 15 feb.- Una tre giorni di full immersion attorno alla figura di Lucio Dalla, dal 2 al 4 di marzo con la rassegna “Così mi distraggo un po’”. La città dell’artista, a ormai 8 anni dalla scomparsa (che cade l’1 di marzo), lo ricorda riportando la sua musica sul palco del Teatro Comunale di Bologna con i 9 brani del album Lucio Dalla che proprio quest’anno compie 40 anni.

“L’anno che verrà” che da dicembre scorso è diventato un’istallazione luminosa che come uno spartito musicale percorre via D’Azeglio, la sera del 4 marzo (ore 21) sarà suonata assieme agli altri 8 brani del 1979 al Teatro Comunale, celebrando anche il compleanno dell’artista.

“La valorizzazione di questo tesoro bolognese nato e cresciuto qui può essere fatta anche con il segno della massima attenzione che può dare un teatro. Coinvolgendo l’Orchestra sinfonica che suonerà con interpreti di altri generi musicali. Lucio Dalla è stato un grande artista con un forte lascito”, dichiara Fulvio Macciardi, sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna.

La Sinfonica di Bologna diretta da Beppe D’Onghia proporrà i 9 brani del disco assieme ad alcuni musicisti e amici, che hanno accompagnato Lucio nella sua carriera: a fianco di Ron e Luca Carboni si vedranno Lo Stato Sociale e altri artisti della scena jazz, Jimmy Villotti e Teo Ciavarella.

Contemporaneamente ci saranno aperture speciali alla casa di Lucio (sabato 2 dalle 10 alle 18.45) sotto la guida di Cristiano Governa (autore di “Caro amico ti scrivo”) mentre la Cineteca per la giornata del 4 proporrà una proiezione del 2006 presentata anche alla Mostra del Cinema di Venezia, Quijote di Mimmo Palladino con Dalla nelle vesti di Sancho Panza (ore 18, Sala Cervi). Infine all’interno del Teatro Comunale sono organizzate visite guidate alle sale tra sabato 2 e domenica 3, e lunedì 4 nel Foyer Respighi sarà visibile una mostra di fotografie d’autore tratte dalla vita e dai momenti di carriera, rese disponibili dalla Cineteca.

 

ASCOLTA L’INTERVISTA A Fulvio Macciardi:

      Fulvio Macciardi

 

Arianna Baldi

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.