Corteo antifascista a Bologna tra fumogeni e petardi

scritta antifascistaBologna, 24 mag. – Lancio di fumogeni e petardi da parte dei militanti antifascisti quando sono sfilati in corteo in Via Malvolta, dove c’è la sede di Casa Pound. La manifestazione era partita alle 15.40 da Piazza Santo Stefano dietro allo striscione “Nessuno spazio ai fascisti per un mondo di liberi e uguali”.

Il corteo, convocato da Bologna antifascista “per chiudere Casa Pound”  era formato da alcune centinaia di persone, e procedeva chiuso di lato da altri due striscioni.

Ritmo tranquillo, slogan e qualche fumogeno colorato nella prima parte, fino al Baraccano, alle soglie del quartiere Santo Stefano. Lì è stata fatta la prima scritta sul muro della sede del Quartiere: “L’antifascismo non si delega! Chiudere tutti i covi fascisti”. Poi il lancio di un petardo, scoppiato sotto il portico.

Dopo un passaggio davanti ad Atlantide, al Cassero di Porta Santo Stefano, la manifestazione è proseguita verso Via Murri con lanci di petardi e scritte su muri di banche e distributori. Quando il corteo si è infilato in Via Malvolta è sfilato davanti allo schieramento di agenti di polizia, che proteggeva la sede di Casa Pound, tra fumogeni e petardi. Il cordone di forze dell’ordine si è tenuto comunque sempre a distanza dai militanti.

Il corteo è tornato verso il centro passando per via Mazzini e si è chiuso intorno alle 19,30 lanciando una festa nel Taz (temporary autonomous zone) appena occupato a porta Maggiore, dentro lo spazio di un’ex officina meccanica sul viale.

Traffico bloccato a tratti e bus deviati a sorpresa.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.