“Conquisteremo un treno per Roma. Nessun piano B”

17 ott. – Nessun piano B, niente bus. I collettivi legati all’autonomia (Cua, Cas e Crash) si preparano ad andare in stazione la mattina del 19 ottobre, e lì tentare di prendere un treno per la manifestazione che si terrà a Roma nel pomeriggio. C’è però un problema: le trattative con Trenitalia sono andate male e il prezzo, a quanto riferiscono i collettivi, è triplicato. “Dai 15mila euro iniziali siamo passati a 50mila – ha spiegato questa mattina durante la trasmissione AngoloB Nicolò, militante del Collettivo universitario autonomo – Per noi questo non è accettabile. E’ una questione politica: Trenitalia nei fatti sta impendendo a chi vuole manifestare di farlo”. Niente prezzo sociale dunque. E se i sindacati di base hanno ripiegato sul bus (in partenza ci sono 5 bus organizzati da Usb e Cobas), lo stesso non faranno i collettivi. “Tratteremo fino all’ultimo secondo e fin dentro la stazione. Per noi il treno è l’unica opzione. Tutti assieme, in centinaia, conquisteremo il treno e il diritto alla mobilità”.
La risposta di Trenitalia: “No ticket, no parti”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.