Con Easy Rider e il nuovo Tarantino riapre la Cineteca di Bologna

Bologna, 30 ago. – Buone notizie per gli amanti del cinema: la fine di agosto porta con sé non solo il rientro in ufficio ma anche la riapertura della Cineteca di Bologna con nuovi restauri e nuove rassegne.

Si parte sabato 31 agosto con un grande classico, dopo l’anteprima estiva in Piazza Maggiore, all’interno de Il cinema ritrovato al cinema, arriva il restauro di Easy Rider (Dennis Hopper, USA, 1969):

“Un film straordinario che piu viene visto e più si ha voglia di rivederlo, un film che ha saputo raccontare come nessun altro film la spinta di cambiamento di quegli anni”, ha raccontato stamattina a Piper Summer in collegamento dalla laguna di Venezia, Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna.

Sulla scia di Easy Rider arriva anche l’omaggio a Dennis Hopper “regista sempre molto spericolato e personale, che è stato anche un grande fotografo e figura unica dello starsystem hollywodiano”.

Da non perdere  Along for the Ride (ore 20 il 31 agosto): docufilm di Nick Ebeling che indaga la personalità tra luci ed ombre del poliedrico cineasta Hopper; e poi ancora il suo Out of the Blue
(Dennis Hopper,USA, 1980) che racconta la “ribellione disperata e fatale di una ragazzina schiacciata da un padre galeotto, alcolizzato e incestuoso”.

Si prosegue con le stelle del cinema, arrivando all’attesissima nona produzione cinematografica di Quentin Tarantino. Il film C’era una volta a Hollywood sarà proiettato in pellicola e preceduto da una rasegna unica realizzata da Tarantino stesso in occasione del festival Lumiere di Lione del 2016. “Tarantino e l’anno 1970, una love story moderna” dal 18 al 29 settembre racconta il piccolo e grande schermo nell’anno 1970, lo stesso anno in cui si ritrovano i personaggi interpretati da Brand Pitt e Leonardo Di Caprio, un filo conduttore che traccia e unisce le storie di un epoca, tra le opere di Billy Wilder e John Houston (La vita privata di Sherlock Holmes e Lettera al Cremlino, entrambe il 22 settembre) e Michelangelo Antonioni (Zabriskie Point, 23 settembre).

Da segnarsi inoltre gli appuntamenti dedicati ai restauri provenienti da Venezia 2019, dei quali fa parte anche Lo Sceicco Bianco di Fellini (venerdì 13, alle 18 e alle 20) realizzato dalla Cineteca: uno dei “capolavori sconvolgenti della nostra Italia che non c’è più, – dice Farinelli – quella degli anni ’50, ma profondamente attuale; un’Italia che trova difficile spogliarsi del fascismo e così facile da imbrogliare.” Questo film è anche il la per due importanti centenari, quello di Fellini il 20 gennaio e quello di Alberto Sordi (il 15 giugno).

Gli altri appuntamenti in partenza sono il Cineclub per i più piccoli dal 22 settembre e il Cinema del Presente (con La mia vita di John F. Donovan di Dolan e I morti non muoioni di Jarmush) che possono essere consultati interamente, insieme a tutto il programma sul sito della Cineteca di Bologna

 

ASCOLTA GIANLUCA FARINELLI AI MICROFONI DI PIPER SUMMER

      Farinelli_programma cineteca

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.