“Col Pd non ce la faremo mai a governare, meglio la Lega di Salvini”

Beppe Grillo al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico

30 apr. – “Col Pd non ce la faremo mai a governare, meglio la Lega di Salvini“. E’ il pensiero della maggioranza degli spettatori di Beppe Grillo, ieri sera in tour al circolo Arci Fuori Orario, provincia di Reggio Emilia. Elettori della prima ora, attivisti, simpatizzanti da sempre, prima del Vaffa Day, prima ancora della nascita del Movimento. “Io Grillo lo seguo da quando è comparso in tv”, racconta una signora che il 4 marzo ha votato 5 stelle, e che ora vuole “un governo comunque, perché un governo bisogna farlo” ì. Il Partito democratico? “Basta, hanno perso, avanti altri”.

In maggioranza i fans di Grillo, accorsi per il suo ultimo spettacolo Insomnia,  scelgono la Lega, non un’alleanza ma “un contratto con tutti i punti ben definiti”.  “Da Beppe mi aspetto una visione del futuro, non politica”, dice uno spettatore. Lui, il comico genovese, sul palco è il mattatore di sempre, parla poco di politica (“che ve ne frega di che governo ci sarà, che vi cambia? Sapete che hanno fatto una legge elettorale che è un golpe?”), attacca Renzi e lo “psiconano” Berlusconi, non cita mai direttamente Salvini. E difende a spada tratta il reddito di cittadinanza, “vera speranza per il futuro perché capace di tirare fuori il meglio dalle persone”. L’applauso più grande il comico genovese lo incassa quando attacca il Jobs act, “che crea poverà infischiandonese dei poveri”. Ma il suo spettacolo parla di futuro, nuove tecnologie e ambiente. Grillo del governo sembra non interessarsi troppo, sicuramente non ci spende troppe parole. I “suoi” elettori, e spettatori, invece del governo se ne preoccupano. Con chi deve governare il M5s? Pd o Lega? Ecco le loro risposte.

      Voci dallo spettacolo di Beppe Grillo

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.