Cofferati non si ricandida

Sergio Cofferati ha deciso di non ricandidarsi a sindaco di Bologna. Alle ore 14 a Palazzo d’Accursio Cofferati ha così confermato il suo no ad un secondo mandato. Motivo dell’abbandono sarebbe il bisogno di stare vicino alla famiglia residente a Genova. La notizia ieri era stata anticipata dal quotidiano “il Bologna”.
In sala stampa erano presenti i consiglieri comunali, tutti i presidenti di quartiere e l’assessore allo sport Anna Patullo. Dopo Cofferati parla anche il segretario del Pd di Bologna, Andrea De Maria, impegnato per tutta la mattinata in colloqui riservati con i dirigenti del partito.

Reazioni alla notizia dal mondo politico:
“Non me l’aspettavo – dice Andrea Forlani presidente del quartiere S.Stefano e candidato alle primarie del Pd- è una cosa che creera’ una grande difficolta’ al Pd e al centrosinistra, per i modi e i tempi in cui e’ avvenuta”.
Con lo sfilarsi del sindaco in carica, secondo il regolamento, per ufficializzare la propria candidatura Forlani dovrà raccogliere soltanto le firme del 5% degli iscritti al partito.
Il forfait di Cofferati è – per Artuto Parisi deputato del Pd- l’occasione per aprire le primarie a tutti i cittadini. “Se non si fanno adesso non si fanno mai più” ha dichiarato Parisi ai cronisti.
Per il capogruppo civico in comune, Alberto Vannini il passo indietro del sindaco uscente
Sergio Cofferati non mette in pericolo la candidatura di Giorgio Guazzaloca; “si riaprono i giochi di altri, politicamente Guazzaloca non e’ vecchio” dice Vannini.
L’assessore alla cultura Angelo Guglielmi non era a conoscenza della decisione di Cofferati. Lo ha appreso dai nostri microfoni.
Il presidente del quartiere San Donato, Riccardo Malagoli, chiede primarie di coalizione. “Tocca al Pd indicare il candidato sindaco- sostiene il
presidente del S.Donato- ma spero che abbiano la volonta’ di fare le primarie di coalizione.”
Mazzanti, presidente le quartiere Navile, “se è vero perdo un Sindaco e un amico”.

“Si e’ tolto di mezzo un ingombro, un macigno”. Paolo Ferrero segretario di Rifondazione Comunista commenta cosi’ la notizia e sottolinea: “siamo interessati a discutere con il Pd ma a partire dai contenuti.”
Filippo Berselli, coordinatore di An in Emilia-Romagna “E’ paradossale che a che a distanza di pochi mesi dalle elezioni ne’ il centrosinistra ne’ il centrodestra abbiano ancora un candidato. Bononia non docet”.
“Sono preoccupato per il futuro. Adesso c’è la possibilità di riunire le forze progessiste della citta, discutere sul programma per battere la destra”, così ai nostri microfoni Gianguido Naldi,consigliere comunale di SD.
Sull’addio di Sergio Cofferati mantiene per ora il riserbo Pierluigi Bersani. Il ministro ombra dell’economia, spiega: “e’ giusto che oggi parlino i bolognesi”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.