Cofferati: mi rompono, non ho chiesto la candidatura

10 apr. – Le prime dichiarazioni dopo l’annuncio di Franceschini della candidatura nel Nord Ovest, Sergio Cofferati le fa da Roma. “Mi rompono, ma io non ho chiesto nulla” – ha detto a margine di un convegno della Cgil. A chi gli ricorda che aveva autorizzato a chiamarlo cialtrone se si fosse candidato sbotta: “E infatti non mi sono candidato! Io non ho chiesto nulla”. E’ stato il partito a decidere.

Aveva detto che non poteva fare il sindaco di Bologna perché doveva stare con la famiglia. “Infatti abiterò a Genova“. Gli impegni sono diversi, spiega Cofferati. “Fare il sindaco è un impegno 7 giorni su 7. L’Europa si può conciliare.”

Intanto, a Bologna,  Pd locale freme senza esplodere. L’esercizio dell’autocontrollo si somma a quello del silenzio. Nella serata di ieri il segretario regionale Salvatore Caronna si limitava a dichiarare che “ci sia da prendere atto di una richiesta avanzata dal segretario nazionale di un impegno nel nord ovest”. Il candidato a sindaco Flavio Delbono la mattina usava ancora il condizionale: “se si candidasse, gli farei i migliori auguri”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.