Per Bologna un nuovo logo, anzi un alfabeto

Bologna, 18 dic. – E’ il progetto di Matteo Bartoli e Michele Pastore quello scelto per rappresentare Bologna nel mondo. Non solo un singolo logo, ma un alfabeto fatto da forme geometriche sovrapposte che va a formare di volta in volta una la parola scelta. Il logo è stato tra i 514 che hanno partecipato al bando era stato indetto dall’Associazione italiana design della comunicazione visiva (Aiap) e dall’Urban Center.

L’idea di Pastore e Bartoni ruota attorno alla creazione di un codice di scrittura attraverso segni geometrici ispirati ad archetipi figurativi della città: la cinta muraria, il mattone mosaico della Chiesa dei Servi, il giglio e la croce del gonfalone. Del resto, la ricerca che ha preceduto il lancio del brand ha evidenziato come i turisti non associno alla città ad un unico simbolo, ma le riconoscano un’identità multiforme, fatta di piccole e grandi eccellenze. “Avremmo potuto scegliere un simbolo, ma non vogliamo rassegnarci ad un solo logo. Questa è una scommessa sulla liberta’”, ha spiegato il sindaco Virginio Merola.

“Questo non è  un solo un marchio, ma un progetto di comunicazione. E’ un codice aperto, non solo uno strumento di promozione turistica. E’ un invito a creare e ad essere protagonisti”, afferma l’assessore al marketing territoriale, Matteo Lepore, preparato al fatto che “mezza città dirà che una cosa straordinaria, l’altra metà che è una cosa orribile”. “Questo progetto è rivolto a tutti quelli che vorranno farsi ambasciatori di Bologna”, aggiunge Lepore.

Tra i 534 grafici partecipanti al concorso, provenienti da 17 paesi diversi, c’è anche il piccolo Sonny, accompagnato oggi dal padre a ritirare un premio speciale. I vincitori si sono assicurati un premio di 14.000 euro, mentre ai due terzi classificati a pari merito va un assegno da 4.000 euro ciascuno.

“Questo logo- assuicura Roberto Grandi, coordinatore scientifico del progetto Bologna City branding- Non sostituisce i marchi dei diversi soggetti, ma verrà utilizzato nella promozione del sistema Bologna in Italia e all’estero e nelle campagne di sensibilizzazione dei cittadini”. Naturalmente sarà al centro del piano strategico di promozione della città cui il Comune lavorerà assieme a Bologna Welcome.

Associazioni e realtà cittadine ha già iniziato a cercare il proprio logo coordinato, come un gioco, a partire dal sito ebologna.it. Inoltre, accanto ai tanti loghi che si possono creare associando alla frase ‘è Bologna’ un concetto, ce ne sara’ uno ‘ufficiale (nient’altro che la traduzione grafica del nome Bologna).

bologna-logo

Ecco il video con l’alfabeto:

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.