A Bologna il meeting delle stampanti 3D

make

Bologna, 4 feb. – Sarà un’inaugurazione in 3D quella di piazza dei Colori 25. Il 3D Hubs,  la più grande rete mondiale per stampare in 3D, taglierà il nastro della nuova sede di Make in Bo, la casa dei makers di Bologna, gli artigiani 2.0 che mettono insieme il legno e gli oggetti di recupero con le schede elettroniche,  il sapere dell‘umarell con le nuove tecnologie offerte dalla digital fabrication.

Venerdì 7 febbraio, alle 18  parteciperanno al 3D Hub anche realtà locali legate all’arte del making, come Wasp Project, azienda di Massa Lombarda (RA) vincitrice del 3D Green Award al 3D PrintShow di Londra 2013, tra le più importanti manifestazioni internazionali rivolte alla stampa 3D. “Novelli Gutenberg” li chiama Andrea Sartori, uno dei fondatori di Make in Bo.

L’inaugurazione di MakeinBo sarà anche l’occasione per presentare il nuovo calendario delle attività e dei workshop in partenza a febbraio 2014, che si vanno ad aggiungere a quelli già avviati a dicembre, ovvero il mini corso di elettronica per costruire Beam Robots e il ‘3D Printer Hospital – Pronto soccorso per le stampanti 3D’ evento libero e gratuito in programma tutti i mercoledì sera, dalle 20.30, aperto a chiunque voglia conoscere le attività dell’associazione, in modo particolare a chi si sta avvicinando alla stampa 3D o già possiede una stampante.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.