Bologna F.C. lancia la “tessera del tifoso”. E’ protesta tra i gruppi della curva

15 giu. – Anche se la squadra non è ancora al completo e c’è incertezza sul futuro della proprietà, il Bologna Football Club ha presentato la propria campagna abbonamenti 2010-2011. Si aprirà il 21 giugno è vedrà inalterati i prezzi applicati la scorsa stagione. Sono confermati lo sconto del 10% agli abbonati della scorsa stagione che rinnovano in prelazione e le riduzioni del 50% per donne, under 18 e over 60.
Da questa stagione diventerà obbligatorio per ogni abbonato richiedere la tessera del tifoso: per quanti si abboneranno (rinnovo o nuova sottoscrizione) entro il 2 luglio la card “Siamo Rossoblu” non avrà nessun costo aggiuntivo, mentre dopo tale data costerà 5 euro.
Proprio la tessera obbligatoria ha scatenato la protesta dei tifosi rossoblù, che hanno manifestato fuori dalla sede della Banca Carisbo con uno striscione che recitava “No alla tessera del tifoso“. Quest’ultima non piace perché viene considerato un nuovo strumento di controllo sociale, pubblicizzato in maniera ingannevole. Mira a mascherare profitti, dicono i gruppi della curva, sotto la copertura del bisogno di legalità: “è una carta di credito, con dei costi d’emissione e di gestione, che inspiegabilmente diventa necessaria per potersi abbonare e seguire la propria squadra in trasferta”.
Nessun gruppo della curva, hanno detto, farà l’abbonamento.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.