Bologna digitale. Presto anche i ticket bus con una app

27 mar. – Tra poche settimane a Bologna si potra’ comprare il biglietto dell’autobus con lo smartphone e pagare, tramite Iban sul sito del Comune, le multe  ricevute dalla Polizia municipale. A dare la novità è stato l’assessore Matteo Lepore, che ha presentato in Comune i prossimi passi dell’agenda digitale bolognese.  Il problema normativo che impediva di acquistare i biglietti del bus tramite smartphone (gia’ sperimentato a Firenze) pare superato e con la stessa app sarà possibile accedere a tutti i servizi del comune e i pagamenti.

E’ stata appoggiata da tutti i consiglieri presenti la proposta di inserire nello Statuto Comunaleinternet come diritto”, sulla scia del Comune di Venezia e l’impegno di favorire la partecipazione online. Internet, nel testo che verrà proposto al Consiglio, è un’infrastruttura da utilizzare per accedere ad uno spazio pubblico, garantendo parità di accesso a cittadini e a chi visita la città, con modalità adeguate e rimuovendo gli ostacoli. Unica perplessità arriva dal consigliere Pdl Daniele Carella  che vuole aggiungere la dicitura “anche”, per non dimenticare la partecipazione offline. Entro l’anno su Iperbole verranno implementati gli strumenti di interazione, wiki, questionari, sondaggi e forum. Lepore con uno slogan invita ad “hackerare la città”.

Internet può essere anche una risorsa economica e il Comune guarda alle esperienze di crowdfunding online. Se prima i bolognesi presentavano un progetto al Comune e chiedevano di finanziarlo. Ora invece, oltre a lanciare l’idea, potranno farsi sponsor e chiedere ad altri di partecipare. “L’iniziativa- precisa- non va nell’ottica del risparmio, quanto in quella di avvicinare i cittadini all’amministrazione e tra loro e di proporre idee in maniera collettiva”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.