Blocco di Anzola. La polizia interviene sulla protesta dei facchini

15 nov. – Al quarto giorno di protesta davanti ai cancelli di Centrale Adriatica (il magazzino che rifornisce i supermercati di Coop Adriatica) ad Anzola Emilia da parte dei facchini che contestano il loro passaggio dall’azienda Pluriservice ad Aster coop sono intervenute le forze dell’ordine. Polizia e Carabinieri avevano ricevuto l’ordine di liberare l’accesso per far transitare i camion e far consegnare le merci. Mentre una delegazione del presidio stava incontrando i vertici aziendali, è stato aperto un ingresso secondario ma i manifestanti si sono sdraiati davanti ai camion per bloccarli. C’è stato un contatto tra manifestanti e forze dell’ordine e un paio di facchini sono stati isolati. In particolare uno è stato trattenuto dalla Polizia. I camion adesso hanno ricominciato a entrare nel magazzino ma i lavoratori non se ne sono andati.

I lavoratori, sostenuti da SiCobas e Fisascat Cisl, contestano l’accordo per il passaggio dell’appalto ad Aster coop. In particolare criticano i 6 mesi di prova per attestare l’idoneità dei nuovi soci, che definiscono “un periodo di prova camuffato” per chi ha già molti anni di lavoro sulle spalle. Secondo i firmatari dell’accordo, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl, non c’è periodo di prova nè sono previsti contratti di apprendistato.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.