Bilancio. Manca l’accordo sull’Imu

18 apr. – E’ di nuovo fumata nera all’incontro tra Giunta e sindacati sul bilancio del 2013. Dopo otto ore il nodo resta quello dell’aumento dell’Imu di un punto, che servirebbe a coprire 17 milioni di euro mancanti dopo i tagli del Governo. Le parti hanno deciso quindi di rinviare la discussione ad un incontro straordinario e, probabilmente decisivo per gli esiti della trattativa, fissato per domenica mattina alle 11.

I tempi sono molto stretti perché la vicesindaco Silvia Giannini intende portare il bilancio in giunta martedì per poi avviare il lungo iter che  accompagnerà la manovra in Consiglio comunale e nei quartieri per tutto il mese successivo; entro il 9 maggio Palazzo D’Accursio dovrà comunicare a Roma l’aliquota Imu che applicherà.

Intanto, il Comune ha teso la mano ai sindacati aggiungendo un ulteriore milione ai due messi a disposizione per il fondo anticrisi per le famiglie. Ma, ciononostante, si è ancora lontani dalle richieste di Cgil-Cisl-Uil.

Danilo Gruppi della Cgil si dice disponibile a valutare un aumento dell’Imu solo per le fasce di reddito più alte, ma sottolinea che il Comune non ha presentato quest’opzione, di cui non si conosce l’applicabilità. Il segretario della Camera del lavoro ricorda anche che resta sullo sfondo anche il confronto sull’Asp unica che sta preoccupando i dipendenti comunali delle scuole e dei servizi che dovrebbero essere trasferiti al nuovo ente..

“Le posizioni sono ancora molto distanti”, conferma Alberto Schincaglia, della Cisl al termine della quarta maratona sul bilancio. “Non siamo disponibili a firmare nessun verbale di incontro come proposto dall’amministrazione”, ribadisce Luciano Roncarelli della Uil.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.