Bastoni, coltelli e pietre per Bologna-Verona

7 ott. – Scontri tra tifoserie prima della partita Bologna-Verona, iniziata con mezz’ora di ritardo proprio a causa dei tafferugli in zona stadio. Ad avere la peggio tre veronesi, di 23, 25 e 28 anni, che sono stati trasportati in ospedale perché colpiti più volte da alcuni tifosi rossoblù. Uno di loro, il 28enne, è stato ferito ad un braccio da un’arma da taglio, forse un coltello: la prognosi è di 30 giorni. Gli altri sono stati colpiti con dei bastoni alla testa e alle braccia. Al di là di questo episodio gli scontri sono stati evitati dall’intervento delle forze dell’ordine in assetto anti sommossa, che hanno fatto da forza di interposizione tra i differenti gruppi. Durante la giornata anche un paio di cariche di alleggerimento per tenere a distanza gli ultrà. I tifosi del Verona hanno aggredito un autista Tper – per lui un pugno in faccia – e non hanno rispettato il minuto di silenzio deciso per commemorare i migranti morti al largo di Lampedusa. Tranquillo invece il fine partita, con i 700 ultrà scaligeri che sono tornati in stazione senza ulteriori scontri.

I tifosi del bologna parlano di una gestione della piazza approssimativa, con i veronesi fatti scendere e sfilare fuori dalla stadio e accanto agli ultrà bolognesi.  “Ad un certo punto a dividere i gruppi c’erano solo 14 agenti, e subito hanno sparato un lacrimogeno contro di noi”, dice una persona presente. Gli ultrà scaligeri hanno lanciato anche pietre e bottiglie di vetro. Dopo due cariche di alleggerimento da parte degli agenti presenti sarebbe partita anche una contro carica da parte dei tifosi bolognesi, e nel parapiglia ci sarebbe stato il contatto tra rossoblù e veronesi. Tra le due tifoserie c’è una rivalità che risale agli anni 70, nata anche per diversità politiche. La curva veronese è infatti da sempre controllata da gruppi di estrema destra. Negli ultimi anni però la rivalità ha coinvolto tutti i gruppi della curva, indipendentemente dalle simpatie politiche.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.