Bassi Maestro: “Sono il re del mio regno”

10 mag. – “Dedico a ogni cambio di età o di periodo un album: uso i dischi come terapia per scrivere a me stesso. In un periodo storico in cui tutti fanno i king di tutto, gli esperti e quelli arrivati, io più che altro mi sento molto padrone di quello che ho guadagnato negli anni. Sono il re del mio piccolo regno, su un trono ben saldo da dove continua il percorso”: ha le idee molto chiare Bassi Maestro, una delle colonne del rap italiano. Alla soglia dei trent’anni di attività ha pubblicato un bel nuovo disco, Mia Maestà, al centro della chiacchierata fatta a Maps insieme a Marco Sarti di One, Two, Three! e in vista del concerto di dopodomani al Locomotiv Club.

Il rapporto con il tempo è al centro di uno dei brani di punta del disco, quel “Metà rapper, metà uomo” in cui Bassi, oltre a fare un bilancio, si autocita: c’è un richiamo alla sua “Cosa resterà”, che a sua volta include un campione di un noto pezzo di Raf. “Mi ha stupito negli anni, quel mio brano: quando l’ho scritto vent’anni fa non pensavo che sarebbe rimasto, ma probabilmente dice cose che funzionano a ogni età”. L’autocitarsi è tipico dell’hip hop, ma qual è il rapporto del rapper con il campionamento? “Lo preferisco rispetto al farmi le basi, per me è un processo creativo, anche perché – per quanto possa suonare qualcosa sui sample – non mi sento un musicista. Possono cambiare tendenze, bpm e batterie, ma comunque il campione darà qualcosa di originale. Se pensiamo alla trap, come tutti i generi suonati da zero, vedi la deep house, si parte da suoni definiti: se i produttori non sono abbastanza originali da elaborare il linguaggio, tutto suona uguale. Ma attenzione: anche limitarsi a copiare i sample è riduttivo”.

E se il nostro ospite non sa quale sarà la nuova tendenza del rap, è certo che la tanto chiacchierata tendenza trap sia agli sgoccioli: “Ora è diventata il codice che usa la discografia ufficiale come filtro”, una specie di sinonimizzazione  del rap. “Ma siamo alla fase finale di esposizione mediatica“.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.