Bandiera nera di Legambiente a Cervia

9 ago. – La Goletta verde di Legambiente boccia Cervia. Alla località della riviera romagnola è stata assegnata la bandiera nera per il troppo cemento utilizzato. Era già successo nel 2008 ma la situazione non è cambiata. Nel nuovo Psc del Comune di Cervia si parla “di nuovi 4.500 alloggi e di addirittura 4.000 nuovi posti letto per il settore ricettivo, senza contare gli innumerevoli parcheggi sotterranei adiacenti al mare”, dice Lorenzo Frattini di Legambiente Emilia Romagna. Marino Previtera, presidente del circolo cervese di Legambiente, tira in ballo anche il consumo di acqua nelle attività di drenaggio nei cantieri di costruzione. “Alcuni studi effettuati nel Comune di Cervia- ha spiegato Previtera- hanno riscontrato che un intervento edilizio di medie dimensioni richiede l’estrazione di circa 25.000-30.000 metri cubi di acque freatiche”. L’organizzazione ambientalista ha criticato anche il progetto per un nuovo grattacielo a Milano Marittima.

Per quanto riguarda lo stato del mare sui 10 campionamenti effettuati nove sono risultati entro i limiti di legge. In sette casi i campionamenti sono avvenuti alle foci di fiumi, quello più inquinato è risultato il prelevamento alla foce del Marano a Riccione.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.