Bagnasco cala l’asso contro il referendum: “Le paritarie fanno risparmiare lo Stato”

3 mag.- Anche il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, entra nella contesa sul prossimo referendum consultivo sui finanziamenti del comune di Bologna alle scuole dell’infanzia private. E lo fa, ovviamente, schierandosi contro e utilizzando argomenti tutti economici. Il senso del ragionamento di Bagnasco, che snocciola alcuni dati, è questo: le scuole paritarie fanno risparmiare lo Stato più di quanto questo destini ad esse. “Non si tratta quindi di un onere”  ha detto Bagnasco pensando all’articolo 33 della Costituzione (il comitato promotore del referendum si chiama proprio Articolo33).

Il cardinale ha proseguito il suo ragionamento:”Le scuole paritarie rappresentano il 24% delle scuole italiane. Educano circa il 10% della popolazione scolastica, ma ricevono dallo Stato solo l’1% della quota stanziata per gli istituti“. E infine: “E’ noto a tutti che, mentre il costo medio annuo per ogni alunno della scuola statale si aggira sui 7 mila euro, l’erario ne stanzia per ogni alunno delle scuole paritarie appena 500. Moltiplicando le cifre, risulta che le scuole paritarie fanno risparmiare allo Stato 6 miliardi di euro l’anno”

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.