Assessore Lembi: il Pdl pensi ai tagli e non a intimidire

29 ago. – Vista la “marcia indietro” del ministro della Pubblica istruzione, Mariastella Gelmini, ora il Pdl si occupi dei problemi della scuola. E’ questo il debutto delle dichiarazioni dell’assessore comunale alla scuola, Simona Lembi, in merito alla vicenda innescata dal deputato Pdl Fabio Garagnani, che ha reso pubblica la critica del dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, Marcello Limina, alla neoconsigliera di Palazzo D’Accursio Daniela Turci. Accogliendo così le dichiarazioni rilasciate ieri da Gelmini al Meeting di Cl a Rimini (il ministro ha escluso un’incompatibilità per Daniela Turci, puntanto piuttosto sull’opportunità per i dirigenti scolastici di essere impegnati in politica), Lembi ha invitato quindi il Pdl “invece che occuparsi di illiberali telefoni spia“, a dare “risposte al nostro sistema di istruzione, la cui crisi a causa dei tagli del governo Berlusconi è molto grave”. L’allusione di Lembi è al numero telefonico, istituito da Garagnani, per permettere a genitori e insegnanti di denunciare episodi di politicizzazione da parte della sinistra all’interno delle scuole. Invece “che cercare di intimidire chi fa il proprio dovere”, ha continuato Lembi, pensino a lavorare “per assicurare i finanziamenti per il personale e la didattica della scuola italiana”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.