Archivio Aperto a rischio chiusura? VIDEO TRAILER

24 ott – Inizierà sabato 26 ottobre la sesta – e forse ultima – edizione di Archivio Aperto, la rassegna dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia.

Fondato e gestito dall’associazione Home Movies, l’Archivio svolge attività di raccolta, conservazione e valorizzazione del patrimonio filmico familiare e amatoriale italiano, con l’obiettivo di affermarne l’importanza per lo studio della storia e della società italiana.

La rassegna è alle prese con la mancanza di finanziamenti, “zero per l’attività ordinaria, e solo un piccolo contributo da parte della regione per Archivio Aperto”, dice il presidente  di Home Movies Paolo Simoni. Il contributo della Regione è di 4.000 euro per la rassegna, a cui si aggiunge l’uso dei locali per la sede.

Dedicata a Giampaolo Bernagozzi, bolognese detentore della prima cattedra di cinematografia documentaria e capostipite del giornalismo d’inchiesta secondo la sua allieva Milena Gabanelli, la sesta edizione di Archivio Aperto conta una ricca programmazione che comprende eventi, workshop, proiezioni, incontri e visite guidate. Si segnalano l’omaggio all’eredità di Bernagozzi, la proiezione del Film-Diario Time Indefinite di Ross McElwee, la prima proiezione a Bologna di Anita di Luca Magi, la nuova collaborazione musicale con i Confusional Quartet e la versione finale del progetto in progress che è all’origine della nascita di Home Movies, Catherine. 

In particolare il 27 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo UNESCO, l’archivio si aprirà al pubblico che potrà visitarlo e portare le proprie pellicole, che verranno proiettate durante la giornata.
Simoni invita il pubblico a portare i propri home video di qualsiasi genere.

La rassegna si terrà principalmente presso la Sala del Refettorio dell’Istituto Storico Parri in via sant’Isaia 20, salvo diversa indicazione del programma, consultabile qui (pdf 196 kb)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.