Archiginnasio d’oro a Luigi Pedrazzi, uomo del dialogo

pedrazzi

Bologna 25 giu – “E’ sufficiente vedere chi c’è in sala per capire chi è Luigi Pedrazzi: tante persone e diverse”. Così ha esordito Romano Prodi nel suo discorso per la consegna dell’Archiginnasio d’oro a Luigi Pedrazzi.

In sala c’era la Bologna dell’Ulivo (Arturo Parisi, Antonio La Forgia oltre allo stesso Prodi) che Pedrazzi contribuì a fondare e a cui si appassionò, c’era Walter Vitali che a quel politico cattolico chiese di fare il vicesindaco nel 1995. C’erano le monache della Piccola famiglia dell’Annunziata di Montesole che si trovano vicine al luogo dove è sepolto don Giuseppe Dossetti. Fu proprio Dossetti a sollecitare Pedrazzi a entrare in politica nella campagna elettorale del 1956; una campagna elettorale “tanto affascinante quanto perdente” sottolinea Prodi e che, come scrisse lo stesso Pedrazzi “determinò un’evoluzione maggiore all’interno dei comunisti bolognesi verso il riformismo e verso l’eurocomunismo che non una maturazione nella Democrazia Cristiana”.

Un uomo del dialogo, l’ha definito il sindaco Virginio Merola, che ha dedicato la sua vita a costruire ponti tra la fede e il mondo laico.

La persona straordinaria e generosa, come più volte lo definisce Prodi è anche uno dei fondatori della casa editrice Il Mulino. E così, proprio Pedrazzi, ha voluto ricordare gli anni mitici in cui un gruppo di ragazzi usciti dal Liceo Galvani diedero vita ad una delle esperienze più importanti e longeve della cultura italiana. “Eravamo cattolici ma non democristiani, laici ma non laicisti, aspramente critici dell’Unione Sovietica ma non anticomunisti”, ha detto Pedrazzi in una recente intervista. Nel suo intervento non ha lesinato particolari anche su come votava alle elezioni: “Una scheda per la Dc e una per il Pci”.

Pedrazzi non si è sottratto ad una domanda sull’attualità e quando i giornalisti gli hanno chiesto se il Pd di Matteo Renzi può essere considerato una prosecuzione dell’Ulivo ha risposto: “Penso di sì e supererà il 50% nel giro di poco”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.