“Alza il triangolo al cielo”. Movimenti delle donne in mostra e in azione

Stefania Minghini Azzarello e Giulia Sudano all’inaugurazione della mostra

Bologna, 4 ott. – “Alza il triangolo al cielo è un’azione. Non è solo da osservare, interagisce e spinge le persone a mettersi in moto”. Le parole della curatrice, Stefania Minghini Azzarello, riassumono bene le responsabilità assunte dalle organizzatrici della mostra ‘Alza il triangolo al cielo’: non solo esporre documenti e immagini per rintracciare le principali battaglie femministe degli ultimi cinquant’anni, ma anche esortare alla lotta e insegnare ai più giovani a leggere il presente. Inaugurata una settimana fa all’ex Convento di Santa Cristina in Via Del Piombo 5, la rassegna si articola da un lato in un “allestimento pop” di documenti, volantini, ciclostilati, immagini, suoni provenienti dall’Archivio di Storia delle Donne di Bologna e altri archivi internazionali; dall’altro in diversi appuntamenti contenuti nel cartellone “Ladies rise up”; djset, concerti e una conferenza spettacolo in programma per l’11 ottobre.

      Stefania Minghini Azzarello

In questi due mesi – si concluderà il 28 di novembre – il chiostro medievale di Santa Cristina si colora e anima quindi dei volti e delle voci delle donne che hanno fatto la storia del femminismo dal 1968 ad oggi, con un focus sugli anni 70 e 80 e alcune incursioni nel presente. Ogni lato mette a fuoco un tema: “Uno è dedicato a tutti gli 8 marzo”, illustra Giulia Sudano, presidentessa dell’associazione promotrice Orlando, che condivide gli spazi con l’Università di Bologna. Da quando “l’8 marzo 1977 le donne cercarono di occupare uno spazio a Bologna e furono represse, fino all’8 marzo 2017, il primo sciopero globale delle donne”. Ci sono poi i “luoghi caratteristici delle donne, centri, case, biblioteche, archivi”, che nascono negli anni 80 e oggi rischiano la chiusura, basti pensare alla “Casa delle Donne di Roma sotto sgombero”. Per ricordare che le “lotte e battaglie non sono arrivate a una conclusione. Una volta conquistato, un diritto non è acquisito per sempre”, sottolinea Sudano.

      Giulia Sudano

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.