Alla Casa delle Donne arrivano più richieste d’aiuto

27 ott. – A Bologna e provincia ci sono 335 procedimenti penali aperti per maltrattamenti sulle donne ai quali aggiungere 275 fascicoli aperti per stalking. Sono numeri che il procuratore capo Roberto Alfonso ha fornito alla Casa delle Donne per non subire violenza di Bologna durante un incontro che si è tenuto alcune settimane fa. A questi dati vanno aggiunti quelli della Casa: 513 le donne accolte da gennaio ad ottobre.  Un numero che fa dire alla presidente Susanna Bianconi “mi sa che purtroppo supereremo i dati del 2009, del resto in due giorni sono arrivati due bambini e una donna che si sommano ai 40 ospiti accolti fino ad ottobre (sono stati 37 lo scorso anno)”. Sono per la maggioranza italiane e sposate le donne che si rivolgono alla struttura antiviolenza ed è la violenza fisica e psicologica il tipo di abuso più frequente

Questa mattina l’assessore provinciale alle pari opportunità Gabriella Montera ha presentato il nuovo accordo tra la struttura antiviolenza la Provincia e i Comuni: un risultato importante perché durerà cinque anni (e non tre come le precedenti convenzioni). La Provincia mette a disposizione tre case rifugio con un affitto abbattuto del 70% e il pagamento delle utenze. Il Comune di Bologna sostiene con 70 mila euro annui (cui aggiungere altri 25 mila euro) e gli altri comuni (tranne quelli del circondario imolese e Monghidoro che non ha firmato la convenzione) con altri 48 mila euro.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.