Alfonso: “Capire perché due azioni proprio ora”

29 mar. – “Stiamo facendo indagini, siamo molto preoccupati. Sono segnali preoccupanti e inquietanti che arrivano e che vanno decifrati”. A parlare a poche ore dall’attentato agli uffici dell’Eni di via San Donato è il procuratore capo di Bologna Roberto Alfonso. Per Alfonso “bisogna capire perché se ne siano concentrati ben due adesso, in questo momento”. Il riferimento è al recente attento all’Ibm che in qualche modo potrebbe essere collegato con le esplosioni all’Eni.

“Dobbiamo – ha continuato Alfonso – capire se sia un messaggio o no, e diretto a chi. In ogni caso, è un’attività allarmante e pericolosa di per sè, perché vengono colpite aziende con modalità allarmanti”.

Domani Alfonso deciderà come inquadrare l’attentato all’Eni e quello all’Ibm. La scelta potrebbe ricadere sul danneggiamento e l’incendio, ma non si esclude ancora l’aggravante della finalita’ eversiva

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.