Al via il roBOt Festival, e ci siamo anche noi…

1 ott. – Quarta edizione del roBOt Festival a Bologna dal 2 al 5 ottobre. La manifestazione internazionale dedicata alla musica elettronica e alle arti digitali invita  i partecipanti a scoprire le nuove forme musicali e visive della contemporaneità. Gli spazi coinvolti saranno quelli di  Palazzo Re Enzo, Elastico Studio, il Link (dove per l’occasione sarà montata una tensostruttura ) e il Tpo. Mercoledì 2 ottobre e venerdì 4 ci sarà una diretta di Radio Città del Capo dal cortile di Palazzo Re Enzo.

Oltre 100 gli artisti provenienti da tutto il mondo: Lorenzo Senni, Infinite Livez, Holy Other e John Roberts, Close, Jackmaster, oOoOO, Seth Troxler, Ben Klock, Mano Le Tough, solo per citare alcuni nomi individuati fra gli headliner. La giornata conclusiva, sabato 5 ottobre, vede in programma artisti del calibro di Thundercat, in anteprima nazionale e unica data italiana del tour europeo, Kelpe, Pantha Du Prince, Jon Hopkins, che presenta a Bologna il suo ultimo lavoro (Immunity) considerato capolavoro della techno 2.0, Martyn, Brandt Brauer Frick e Dj Koze (che sostiuisce Apparat).

Sentiamo dalla voce del direttore artistico Marco Ligurgo in che direzione andrà il festival

Il bando call for robot per la prima volta, grazie al sostegno economico della Fondazione del Monte di Bologna, metterà in palio un premio in denaro di 1500 euro. In costante crescita la sezione Screening, dedicata al cinema, che presenta sette titoli tra cortometraggi e lungometraggi, selezionati tra il meglio del panorama cinematografico mondiale in tema di ricerca digitale applicata all’audiovisivo, computer graphic e musica elettronica, danza e cinema.

La sezione Workshop ospita Vertigini sonore: scene e culture globali della musica elettronica, appuntamento realizzato in collaborazione con l’Università di Bologna, dedicato alle ricerche e alle riflessioni antropologiche e sociologiche sulle culture contemporanee della musica elettronica. Dedicato all’orto del futuro è il workshop E-vaso, che propone la realizzazione di un vaso-robot “intelligente”, in grado di muoversi nell’ambiente circostante, alla ricerca delle migliori condizioni climatiche per la pianta che ospita.

Due le novità: il Music Hack Day (5-6 ottobre a Palazzo D’Accursio), realizzato in collaborazione con musicXmatch e Agenda Digitale del Comune di Bologna e roBOt KIDs (6 ottobre presso il MAMbo), progetto nato dalla sinergia tra il Dipartimento educativo MAMbo, Shape e Studio Public.

Ci saremo anche noi di Radio Città del Capo, con una postazione/istallazione, un vero e proprio gate, curata dagli architetti dello studio RP, sotto la direzione artistica di Morra Mc – Class.

Il Gate proporrà, ogni giorno, due Djs della radio che si divideranno lo spazio dalle 19:00 alle 22:00. Il primo giorno apriranno le danze Morra Mc (Class) e Uda (Thermos). Giovedì sarà il turno di Alarico (Thermos) e Edo (La Radio Malvagia). Venerdì si alternerà un duo tutto femminile: Titti (Neon, Pigiama Party) e Lety (Essi Vivono). L’ultima giornata verrà elettronizzata da Morra Mc e Spiko (Sonique).

Le giornate di mercoledì 2 ottobre e venerdì 4 ottobre saranno dedicate ai Focus Point in diretta radiofonica sui 94.7 e 96.25 FM e in diretta streaming su www.rcdc.it La trasmissione radiofonica Class, condotta da Morra Mc sarà la vetrina in etere del festival. Gli ascoltatori, dalle 18:00 alle 18:30, avranno la possibilità di conoscere e approfondire la manifestazione attraverso interviste agli artisti e agli organizzatori del festival.

Per seguire e taggare questi contenuti offline ed online l’hashtag da digitare è #digitalvertigo.

 

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.