Aics e Arci si fanno avanti: “Gestiamo insieme le Due Torri”

Due Torri_byrne

Foto di David Barrie

Bologna, 28 lug.- Il Comune di Bologna pensa ad un bando per la nuova gestione delle Due Torri e a farsi avanti sono due storiche associazioni cittadine, rivali per molti aspetti: Aics e ArciI due presidenti, Serafino D’Onofrio (Aics) e Stefano Brugnara (Arci), sono pronti ad avanzare una proposta di gestione, appena uscirà il bando. Dopo anni di rivalità, che negli ultimi tempi hanno visto anche il passaggio di molti circoli dall’Arci all’Aics, all’orizzonte di potrebbe esserci un’alleanza per la gestione di due dei simboli più importanti di Bologna. Il progetto non è ancora messo nero su bianco, anche perché non è stato ancora pubblicato il bando, e nei prossimi giorni ci saranno nuovi incontri tra D’Onofrio e Brugnara.

Ascolta Serafino D’Onofrio

Le torri Garisenda e Asinelli sono affidate ormai da sessant’anni alla famiglia Zazzaroni e l’assessore al marketing urbano, Matteo Lepore, ha annunciato la volontà di cambiare. “Le due torri devono essere assolutamente rilanciate- ha detto Lepore la scorsa settimana-, proponendo un progetto molto più forte. Sono affidate da anni alla gestione di una famiglia; un affidamento che in realtà non prevede una data di scadenza, ma da oggi si cambia e ci si avvia ad una piccola rivoluzione”.

Il presidente di Aics, D’Onofrio, lascia comunque una porta aperta all’attuale gestione: “Noi crediamo in questa famiglia e pensiamo sia possibile passare da una gestione singola ad una con più enti, nella quale siano compresi anche loro”. Lo scopo della cordata, spiega Brugnara, è quello di “portare innovazione nella gestione di uno dei simboli della città”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.