Aggressione fascista a Cremona. Presidio in piazza Verdi a Bologna

dordoni

photo credit: il signor F via photopin cc

Bologna, 19 gen. – Dopo l’aggressione di Casapound al centro sociale Dordoni di Cremona anche a Bologna è stato lanciato un presidio questa sera, lunedì 19 gennaio, alle 18 in piazza Verdi. L’iniziativa in solidarietà agli antagonisti cremonesi è stato organizzato dal Laboratorio Crash e dai collettivi autonomi. Sabato 24 gennaio è previsto un corteo nazionale antifascista a Cremona.

Sembrano migliorare le condizioni mediche del 49enne, attivista del centro sociale, che si trova in coma in ospedale, dopo le botte ricevute alla testa. L’edema celebrale sembra si stia riassorbendo e oggi i medici potrebbero cercare di svegliarlo. Per lui su twitter è stato lanciato un hashtag di solidarietà #Emilioresisti.

Michele Arena, uno degli attivisti del Dordoni, sottolinea che l’aggressione non ha nulla a che vedere con dinamiche calcistiche perché da anni i militanti del centro sociale non frequentano lo stadio. Il centro però si trova proprio a ridosso del parcheggio dello stadio. E’ stata “un’aggressione premeditata” secondo gli attivisti, che denunciano la presenza di neofascisti di Casa Pound provenienti da Brescia e Parma. Secondo la ricostruzione di Arena la polizia, dopo aver effettuato delle cariche di alleggerimento, si sarebbe limitata a identificare gli attivisti di Casa Pound presenti nel bar vicino, senza fermare nessuno.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.