Agenzia digitale, all’inizio del 2015 arriva l’identità digitale

A Health Blog - Agenzia digitale e identità digitale

photo credit: A Health Blog via photopin cc

Bologna, 31 ott. – Dopo tanti ritardi parte il lavoro dell’Agenzia Digitale. Ce lo assicura, ai microfoni di Pensatech (@Pensatech), il prossimo presidente del comitato strategico dell’Agid, Stefano Quintarelli (@quinta). La sua nomina si attende a breve ed è una delle tante “lungaggini burocratiche” che hanno caratterizzato il lavoro dell’Agenzia digitale alla sua partenza. Intanto però, assicura Quintarelli, qualcosa è stato fatto, per esempio la fatturazione online per le pubbliche amministrazioni. E per i primi anni del 2015, assicura Quintarelli, è previsto l’avvio del progetto dell’identità digitale. L’anagrafe verrà completamente digitalizzata e centralizzata. Poi però spetterà ai singoli Comuni fare il passaggio.
Ad avere la priorità però sono ora i progetti da presentare per i fondi europei, che vanno sistemati, razionalizzati, aggiornati.

E se in Italia aspettiamo il concretizzarsi di molte promesse, nei Paesi Bassi non va meglio. Così ci racconta Annalisa Pelizza (@Nisa00) una ascoltatrice e abbonata che vive là e sta facendo ricerca, con una borsa europea, sul rapporto tra amministrazione e digitalizzazione, e su come questo cambia le relazioni tra le amministrazioni e con i privati. Ha seguito una commissione parlamentare olandese che si è occupata di indagare l’esito di sette progetti di digitalizzazione. Solo uno può dirsi un successo.

Ascolta l’intera trasmissione

      pensatech
Download

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.