Adattamenti. Il dossier pesticidi e il crowdfunding per studiare gli effetti del glifosato

In Emilia Romagna per ogni ettaro di superficie agricola si utilizzano 8 kg di pesticidi, a fronte di una media italiana di 4,9 kg/ettaro, segno del fatto che in regione l’uso dei pesticidi è ancora molto forte, nonostante sia in calo rispetto al passato e sia in aumento la superficie coltivata a biologico. Legambiente Emilia Romagna, che ha redatto il terzo dossier Pesticidi basato sui dati raccolti da Arpae e Regione sulle concentrazioni di pesticidi nei corsi d’acqua, parla di un complessivo miglioramento ma sottolinea come poco si sappia ancora circa gli effetti sull’ambiente e sull’uomo dei cocktail di pesticidi. Nei corsi d’acqua della regione nel 2017 sono state trovate tracce di 24 principi attivi differenti, mentre nel 2016 erano state 33.

Per la prima volta la Regione ha anche indagato la presenza del glifosato e del suo metabolita rilevandone la presenza in 44 stazioni su 56 con punte di concentrazione che in una decina di stazioni sono fino a 50 volte superiori il limite di riferimento. Del dossier di Legambiente Emilia Romagna abbiamo parlato con Lorenzo Frattini, presidente dell’associazione ambientalista.

Con Daniele Mandrioli, ricercatore dell’Istituto Ramazzini, abbiamo invece fatto il punto sulla pericolosità del glifosato e sul crowdfunding lanciato dall’istituto per realizzare il primo studio globale sul glifosato in vista della prossima discussione in sede europea, nel 2022, del rinnovo o meno dell’autorizzazione alla messa in vendita.

      Adattamenti_pesticidi

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.