A Bologna arriva il maxi raduno nazi-rock

I bolognesi Legittima Offesa in un recente concerto

Bologna, 29 mar. – Ci sono un po’ tutti, dai Legittima Offesa agli Hobbit, passando per i tedeschi Endstufe e i Sumbu Brothers. Potrebbe anche sembrare un raduno rock come tanti altri, invece è una reunion di band nazi-rock da tutta Europa. E dopo tutto il titolo della convention musicale lascia pochi dubbi: White Kriminals Party. Che più o meno, tradotto, significa la “festa dei criminali bianchi”.

Come spesso capita quando si tratta dei raduni dell’estrema destra musicale c’è la data, il 6 maggio, ma a mancare è l’indicazione precisa del luogo del concerto. Si sa solo che genericamente l’evento si terrà nei pressi di Bologna, e per ogni informazione non c’è che da chiamare un numero di cellulare. Dove si terrà dunque il concerto? Ai giornalisti viene risposto: “Non possiamo dirvi nulla, anzi di questa festa non ne dovete parlare. È cosa privata”. Da quello che scrivono gli organizzatori, su facebook in italiano e in tedesco, si sa solo che due hotel convenzionati sarebbero stati già stati riempiti dalle prenotazioni, e ora un terzo starebbe esaurendo le camere. Il White Kriminals Party sta ormai diventando quasi una tradizione per le nazi-band, che da sei anni si ritrovano a Bologna a inizio maggio.

Crani rasati, tatuaggi, braccia tese, mimetiche e a volte il bomber. È questo il look dei musicisti che arriveranno a Bologna da un po’ tutta Europa. Da Brema in Germania si stanno preparando i nazi-rocker Endstufe con i loro testi inneggianti alla pura razza ariana. Una band definita leggendaria dagli appassionati del genere. Poi ci sono i bolognesissimi Legittima Offesa, vent’anni di storia con lo scopo, si legge sul loro sito,  “di dare voce ai nuovi Skinheads patriotici Bolognesi”, e frequentazioni fisse con l’estrema destra italiana, da Casa Pound a Forza Nuova.

Leader dei Legittima Offesa è Luigi Guerzoni detto Gigi, ultrà della Fortitudo e un passato turbolento. È lui il frontman della band conosciuta per l’omonimo pezzo. “Moschettoni, pettini e mattoni pugni e calci contro di voi. La violenza è legittima offesa, il vostro sangue mi disseta!” Nel 2011 i Legittima Offesa registrano il loro album Spacca tutto, pare uno dei più apprezzati. Ma nel repertorio ci sono anche “Botte a tutti”, “Ciccio randello”. Intervistati dal regista Claudio Lazzaro nel 2008, i componenti della band a favore di telecamera si sono dichiarati in tutta tranquillità revisionisti su Olocausto e persecuzioni naziste.

Poi ci sono i Sumbu Brothers, paladini della “Ignorance music” e legatissimi con le frange neofasciste della curva del Verona. E ancora a Bologna arriveranno i patriottici Hobbit, cuori neri e folk rock identitario. Infine sotto le Due Torri si faranno vedere e sentire gli olandesi The Firm, da Rotterdam con il loro Oi!, sottogenere (in questo caso in versione nazi-rock) del punk. Il loro logo? Un tirapugni sopra a uno schizzo di sangue.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.