39 denunce ad anarchici, attivisti e studenti

La Questura di Bologna ha emesso trentanove denunce per tre diverse azioni avvenute in città tra la fine di novembre e la metà di dicembre. Per la protesta contro il banchetto di Azione Giovani in piazza Verdi il 27 novembre scorso, avvenuta al ritorno da un’azione del movimento No Gelmini nella sede universitaria di via Azzo Gardino, sono state denunciate tredici persone, tra cui anarchici, attivisti di Crash e dei collettivi universitari Cua e Spazio Sociale. Le accuse sono di manifestazione non preavvisata, accensioni ed esplosioni percolose, getto pericoloso di cose, resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale.

Per i tafferugli con la polizia davanti al consolato greco del 10 dicembre i denunciati sono invece diciassette. Nove sono attivisti di Crash e otto sono anarchici del circolo Fuori Luogo. Per i primi i reati ipotizzati sono la manifestazione non preavvisata e l’interruzione di pubblico servizio, mentre per questi ultimi, che utilizzarono alcuni bastoni, si aggiungono quelli di travisamento, resistenza aggravata, lesioni e minacce a pubblico ufficiale, porto abusivo d’arma impropria, danneggiamento e imbrattamento.

Infine, per l’occupazione della Torre degli Asinelli dell’11 dicembre, la Questura ha denunciato nove persone, tutti anarchici.  Due sono quelli che si barricarono sulla torre, gli altri sette coloro che presidiarono in solidarietà l’area sottostante cercando di rifornire i compagni. Le accuse sono di manifestazione non preavvisata, violenza privata, resistenza aggravata e lesioni a pubblico ufficiale, accensioni ed esplosioni pericolose, invasione di terreni ed edifici, getto di cose pericolose, danneggiamento.

Alcune persone hanno preso parte a più di un episodio.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.