“200 esuberi”. Alla Corradini è crisi nera

7 ago. – Vanno malissimo le cose alla Corradini, azienda fondata a Modena nel 1951 e ora presente in tutta Italia con 280 dipendenti e 37 punti vendita. “All’inizio delle ferie estive ci hanno comunicato 200 esuberi, oltre il 60% dei dipendenti. Noi non possiamo permetterlo”, spiega Stefano Franzoni, sindacalista della Uiltucs-Uil.

La Corradini ha da tempo difficoltà finanziarie legate anche alle crisi – ma i sindacati lamentano una cattiva gestione generale – e ora ha presentato un piano fondato sulla centralizzazione delle attività produttive nel magazzino di Bologna e sul taglio di 200 dipendenti. Solo sei mesi fa la Corradini aveva firmato un contratto di solidarietà. “Oggi – si legge in un comunicato congiunto Cgil, Cisl e Uil – ci vengono comunicate motivazioni diverse all’origine della crisi. Si pone un problema di affidabilità del gruppo dirigente”. “A Bologna – spiega Franzoni – probabilmente chiuderà il magazzino di San Lazzaro, mentre forse si salverà quello di Arcoveggio”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.