11 alberi malati da abbattere ai Giardini Margherita

4 set. – Nei prossimi giorni ai Giardini Margherita saranno abbattuti 11 alberi, perché il monitoraggio periodico voluto dal Comune di Bologna ha messo in luce “processi degenerativi del legno” sul tronco che ne mettono a rischio la stabilità. Saranno tutti sostituiti con giovani esemplari nel corso dell’autunno, fa sapere Palazzo D’Accursio. La corteccia è come cariata, per effetto di agenti fungini patogeni, anche se visibilmente potrebbero sembrare sani. L’indagine è stata fatta con un’apparecchiatura che consente un esame più approfondito.

La malattia riscontrata “causando la distruzione dei tessuti legnosi, ne compromette la stabilità”, spiega una nota del Comune. Per questo motivo, “quando la parete residua di legno sano scende al di sotto di parametri prestabiliti, è consigliabile procedere all’eliminazione delle piante al fine di salvaguardare la pubblica incolumità“.

Gli alberi che saranno buttati giù sono cinque ippocastani che si trovano in diverse zone dei Giardini (due lungo la recinzione), una robinia cresciuta vicino ad uno dei due ponticelli di accesso allo chalet del laghetto, un tiglio nel boschetto tra viale Bottonelli e viale Polishi, un pioppo cipressino nell’area con giochi per bambini dietro la chiesa della Misericordia, un platano vicino all’ex centro giovanile, una giovane quercia rossa a ridosso dei tappeti elastici, un cipresso calvo vicino alla sponda orientale del laghetto.
La salute degli ippocastani in città continua a essere monitorata con particolare attenzione dal Comune, visto che le piante stanno danno segno di indebolimento sia nei parchi che nelle strade urbane, a partire dai viali.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.