Buonalaprima

Buonalaprima

VINTAGE Funk, Disco, Soul, Philly Sound mixato live da Kamaji D.J.

Tutti i venerdì notte su Città del Capo Radio Metropolitana alle 0.30 circa dopo il GR

Buonalaprima nasce – in prima battuta – dalla voglia di divertirmi con i dischi che mi piacciono e che mi hanno fatto appassionare facendomi intraprendere, tanti anni fa, questa professione; e con altri che mai o raramente ho potuto “suonare” nel corso della mia lunga attività di D.J., quasi sempre svoltasi in consolle di locali troppo di massa per poterli proporre: dischi che avrei sempre avuto il desiderio di far ascoltare e ballare lasciando che fosse l’idea dell’accostamento e non l’esigenza della pista a ispirarne la sequenza. Ma – ahimè – possibile non fu. Anni di ricerca faticosa e onerosa – ma entusiasmante – per poi obbligarli a starsene lì, costretti a giacere immobili in cantina, anziché andarsene in giro su piatti o lettori CD. Somma disdetta. Sic transeat gloria mundi.

Buonalaprima è dunque pensata per potere regalare a qualcun altro questi miei materiali sonori, poiché convinto del loro valore, della loro qualità; e per donare a qualcun altro anche un pezzo di passione che non se ne è mai andata. Così dai miei archivi prende forma uno spazio musicale mixato live (e quindi – excusatio non petita – soggetto a “sporcizie” e imperfezioni non ripulite da alcun computer) che pesca quasi esclusivamente fra i Settanta e i Metà Ottanta dipanandosi dal Jazz-funk all’Electro-funk, dal Rock-funk all’Afro-funk; dal Soul in molte sue forme al Sound di Philadelphia e alla Disco Motown, Salsoul, Epic, T.K. Disco, etc.; da Billy Cobham a The Alan Parsons Project, da Herbie Hancock a Giorgio Moroder, da Julia Kleen a Fela Kuti; da Stevie Wonder e Lou Rawls ai Rose Royce, da Lalo Schifrin a El Coco, da Barry White agli Undisputed Truth, da Bohannon ai Bionic Boogie, ai Kool & The Gang per citare alcuni fra i più famosi – e a tantissimi altri. C’è spazio per i classici del genere così come per le cose meno conosciute e più “di nicchia” – come si dice adesso.

Le sequenze sono dettate dalla vena del momento e non da altre particolari esigenze se non quella di non riproporre mai lo stesso brano in programmi successivi, almeno fino a quando sarà possibile non farlo: ogni “scaletta”, cioè, contiene pezzi “unici”, incastonati una volta per tutte in quella sequenza e in quella selezione.

Ciascuna trasmissione – che può comprendere da quindici a venti pezzi – costituisce la metà di un programma diviso in due parti, per un totale di quasi due ore a programma: la prima parte si conclude con il singolo che aprirà la seconda, quella finale, in onda la settimana successiva.

La durata dei brani dipende, oltre che naturalmente dalla loro intrinseca natura, da scelte mie di costruzione, cioè da quando e se ritengo opportuno lasciare un disco solo per pochi secondi o farne ascoltare uno lungo anche interamente.

Puoi ascoltare la diretta su 96.250 e 94.700 MHz a Bologna e provincia o in streaming nel resto del mondo qui.

Puoi riascoltare le puntate sulla pagina facebook di Buonalaprima Zona Funk.

 

 

Get the Flash Plugin to listen to music.