Youngabout, la X edizione approda anche a Parma

Bologna, 2 mar – Torna dal 5 al 12 marzo YOUNGABOUT – International Film Festival a Bologna per la sua X edizione.
Il festival toccherà oltre 4 sale in città, una a Casalecchio e, per la prima volta, approderà  al cinema Edison nella città di Parma.

Organizzata dall’associazione Gli anni in Tasca con la direzione di Angela Mastrolonardo e con la collaborazione di Kinodromo, la rassegna ospiterà due anteprime regionali 14 plus e Young Tiger e due anteprime nazionali: Aurielie Laflamme, per la regia del canadese Nicolas Monette, e Familia Dionti del brasiliano Alan Minas.

Youngabout IFF, dice Laura Zardi dell’associazione organizzatrice, “è occasione di avvicinamento a quella cinematografia che non sempre vede una distribuzione estesa ed una pubblicità efficace, ma non per questo di minore importanza, anzi. Prosegue: “La cultura e la formazione richiedono una presenza, una ricerca e un approfondimento che non sempre possono collimare con il commercio e con il successo”.

“Comunione d’intenti del festival con Kinodromo”, ha detto Alberto Berardi responsabile della programmazione, “nel cercare di creare il rapporto con quel cinema che spesso rimane nascosto”. “È necessario far capire ai più giovani cosa ci sia alle spalle di un film e presentarlo come un viaggio intrapreso da qualcuno e raccontato a qualcun altro dove il pubblico può costituirsi parte attiva”. Continua:  “L’indipendenza non è sinonimo di invisibilità, è in corso un’ibridazione tra i circuiti d’essay e quelli mainstream. Il film necessita curiosità, va scovato”.

Tra sperimentazione e scoperta, la rassegna desidera essere strumento d’educazione per i più giovani ad una nuova coscienza civica e ad un ritorno alla comprensione del linguaggio cinematografico tramite la sala, il dibattito e i seminari proposti. Crescente sia in numero di pubblico che in sale dedicate, vede coinvolte più di 70 classi tra scuole medie e superiori e oltre 50 ragazzi che costituiranno la giuria. L’adolescenza sarà dunque la protagonista nelle storie raccontate nei film e nei cortometraggi presentati.

Il festival cresce e si forma assieme al suo pubblico e i suoi protagonisti. Il tema di quest’anno, ricorda la direttrice Angela Mastrolorando, è Primi Amori, quelli più dirompenti, turbati e turbanti, romantici e intensi, ma anche quei primi amori in senso lato: per la musica, la storia, la ricerca della giustizia. Amori che accomunano chi li ha vissuti e chi li sta vivendo in uno scambio simbiotico di energie, di forza e fiducia che uniscono e collegano più generazioni diverse sotto la luce del proiettore, dove crolla la barriera dell’età, l’entusiasmo cresce e lo sconforto viene meno.

Sarà consegnato a  Paolo Benvenuti e Paola Baroni il Premio Angelo Vassallo, Sindaco Pescatore per il film Segreti di Stato, essendo la ricerca storica alla base del film, seguita dalla denuncia che ne deriva.

Il festival è la buona occasione dunque, di scoprire e confrontarsi con i gusti e i pareri di un’altra generazione che nutre e sviluppa passioni e sogni all’interno della settima arte e attraverso essa.

 

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.