Xm24. Tramonta l’ipotesi caserma, resta lo sfratto

xm24 bologna via fioravanti 24Bologna, 24 feb. –  Niente più caserma dei carabinieri al posto dello spazio pubblico autogestito Xm24. La notizia la dà il Corriere di Bologna e trova conferma a Palazzo d’Accursio. Tramonta l’ipotesi di portare i militari dell’Arma là dove oggi ci sono i militanti e gli attivisti dell’Xm24. Troppo costoso e complicato progettare una caserma dei Carabinieri, una spesa che tra l’altro avrebbe dovuto essere sostenuta totalmente dal Ministero dell’Interno. “Solo per rendere agibile l’immobile occupato – spiega il Corriere di Bologna – ci vorrebbero 400 mila euro a cui andrebbero ad aggiungersi i costi non indifferenti della costruzione di una caserma che avrebbe bisogno di alloggi, spazi per i mezzi e logistica”.

Insomma, nulla da fare per il progetto del sindaco Merola.  Se se ne va la caserma resta però lo sfratto per Xm24. Il Comune ha chiesto al centro sociale di liberare gli spazi di via Fioravanti 24 entro il 30 giugno. “Abbiamo deciso di non rinnovare la convenzione a titolo gratuito – ha detto il 4 febbraio il sindaco Merola – perché sono mancati i presupposti di una collaborazione corretta. Quello spazio ha una storia lunga, fatta di molte fasi, gli ultimi anni ci hanno consegnato una realtà che non è interessata a dialogare con l’amministrazione”. In risposta allo sfratto Xm24 ha organizzato un’assemblea con più di 500 persone e ha annunciato per  il 4 marzo una giornata di autogestione capillare e diffusa “in cui ogni realtà mostrerà alla città cosa vuol dire fare autogestione”.  Da lunedì partirà anche lo sciopero dei contadini di CampiAperti, che per una settimana annulleranno i loro mercati in città in protesta contro il non rinnovo della convenzione a Xm24.

Xm24, quel che se ne dice in Bolognina

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.