Xm24, lo sgombero si allontana. Ara: “Ora però escano dalla trincea”

daniele ara presidente quartiere navile pd

Bologna, 18 mag. – La lettera del Comune che chiede la liberazione dei locali non è stata ritirata, ma i toni sono cambiati completamente rispetto allo scorso inverno quando Xm24, dichiarato “incompatibile col quartiere“, sembrava destinato a sgombero certo. Per lo “spazio sociale autogestito” lo sfratto si allontana, e di parecchio. Dopo il teso confronto tra attivisti e rappresentanti delle istituzioni lo scorso 9 aprile direttamente negli spazi contesi di via Fioravanti, ora la trattativa sembra procedere pur tra molte difficoltà e incomprensioni. Una delegazione di Xm24 si è presentata pochi giorni fa al laboratorio convocato nella sede del quartiere per discutere del futuro della Bolognina. Un passo in avanti che ha portato l’assessore Matteo Lepore, intervistato da Repubblica, a dichiararsi “non interessato alla questione sgombero”.

“La novità – dice il presidente del quartiere Navile Daniele Ara – è che l’amministrazione chiede anche ad Xm di partecipare nei prossimi mesi ad una discussione sulla Bolognina”. Ara spiega che il Comune “non ha mai parlato di sgombero”, che la data del 30 giugno indicata nella lettera in cui l’amministrazione chiede la liberazione dei locali non sarebbe tassativa, “perché in questo momento ci si può confrontare con una riflessione più alta“.

“La sfida – spiega il presidente del quartiere – è che tutti facciano un passo in avanti per sentirsi coinvolti in questa fase di discussione. Poi non è detto che lo spazio futuro di Xm24 sia quello attuale, servirà aprire una riflessione politica”, anche perché in Bolognina “spazi pubblici e privati disponibili potrebbero essercene” mentre gli stabili di via Fioravanti 24 “necessitano di una ristrutturazione”. La mano è dunque tesa.

Ma ora, continua Ara, “Xm deve uscire dalla trincea” e capire che il cambiamento della Bolognina “non è l’arrivo del grande capitale, ma una grande opportunità per fare incontrare e non scontrare idee diversi”. Invece per il momento, conclude il presidente del quartiere, “sono arrivate risposto ideologiche e di esasperazione del conflitto quando in realtà una riflessione politica con l’amministrazione sarebbe molto utile, anche ai progetti dello stesso Xm”.

      Daniele Ara

 

Al di là dell’eventuale ipotesi trasferimento (respinta da subito dagli attivisti) il nodo rimane però sempre quello della forma di un possibile accordo. Xm24 ha sempre spiegato di non voler lasciare via Fioravanti e che “non ci potrà essere alcun tipo di soluzione che non parta dal riconoscimento dell’autonomia decisionale della sua assemblea di autogestione. Soprattutto vogliamo ribadire che nessun tipo di interlocuzione potrà essere avviato se la minaccia dello sgombero continuerà a pendere come una spada di Damocle sul futuro dello spazio”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.