Xm24 spera ancora: “Pronti a incontrare il Comune per il rinnovo della convenzione”

xm24-xm

Bologna, 18 gen. – La sorte di Xm24 non è ancora segnata. Ne sono convinti i militanti dello storico spazio di via Fioravanti che si dicono pronti a rilanciare il dialogo con l’amministrazione. “Vogliamo incontrare l’assessore alla cultura Bruna Gambarelli che si sta occupando del rinnovo della convenzione”, spiega Fabiano, militante di Xm. Il dialogo tra l’amministrazione comunale e Xm non è stato fitto negli ultimi tempi, anzi. L’ultima volta che le parti si sono viste risale al 28 novembre, poi solo contatti telefonici. Nel frattempo, dal primo di gennaio, è scaduta la convenzione stipulata col Comune e sull’eventuale rinnovo non ci sono stati passi avanti.

Ora però gli attivisti dicono di essere in grado di “ottemperare alle richieste puramente tecniche” arrivate tempo fa dal Comune, a cominciare dalla consegna di una relazione con l’elenco delle attività che dal 2014 ad oggi hanno animato lo spazio di via Fioravanti. “Prossimamente – continua Fabiano – ci sarà un nuovo incontro con l’assessore”. La volontà è quella di andare oltre le accuse legate al degrado e all’“incompatibilità col quartiere” postulata dal capogruppo del Pd a Palazzo d’Accursio Claudio Mazzanti, e di affrontare “un dialogo dal punto di vista politico” con la giunta.

Certo, le preoccupazioni ci sono, e sono anche alimentate dalla raccolta firme anti-Xm in corso. Una raccolta firme che punta il dito contro le feste notturne e il “degrado”, e che chiede il non rinnovo della convenzione e lo spostamento dello spazio. “Viene il dubbio che i problemi siano altri rispetto a quelli sollevati fino ad ora – ribattono gli attivisti- A Xm ci sono feste che durano fino alle 5 del mattino, ma il numero delle serate dal 2014 ad oggi si è abbassato, e così la cadenze delle feste di particolare impatto. Inoltre abbiamo anche preparato un piano di miglioramento dell’impatto acustico della sala concerti di Xm”.

Ad uscire dal silenzio anche il Comitato per la Promozione e la Tutela delle Esperienze Sociali Autogestite, che nel 2014 firmò per conto di Xm la convenzione col Comune di Bologna. “L’assemblea di Xm24 si è espressa per un possibile rinnovo e ora aspettiamo l’amministrazione comunale – dice per il Comitato Maurizio Bergamaschi – Se ci saranno margini per il rinnovo della convenzione saremo di nuovo disponibili e pronti a dare una mano”.

“Come si può sostenere che XM24 sia incompatibile con il quartiere quando – si chiede infine il Comitato in un comunicato – decine, centinaia, addirittura migliaia dei suoi abitanti frequentano i suoi laboratori, le sue attività artistiche, sportive, culturali, il mercato del giovedì, i suoi progetti solidali? Bisogna essere miopi per non vedere la ricchezza che XM24 rappresenta nel tessuto cittadino e in un quartiere denso di contraddizioni”.

Xm24, quel che se ne dice in Bolognina

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.