X edizione di Docunder30: sguardi giovani sulla realtà

doc-post

14 dic. – Nuovi sguardi sulla realtà con la X edizione del Docunder30, la rassegna dedicata agli autori sotto i trent’anni di cinema documentario dal 15 al 18 dicembre, nelle sale del Cinema Lumière, Palazzo d’Accursio, Sala Cà Bura, Casa della Conoscenza e Sala Silentum. Quattro giorni di proiezioni gratuite e workshop, raccontati ai microfoni di Piper dalla presidente di D.E-R (Documentaristi Emilia-Romagna) Enza Negroni: “Ci sono grandi novità per questa edizione, come l’aggiunta di quattro lavori stranieri, oltre agli otto italiani“. I film, che coprono un vastissimo ventaglio di tematiche, sono stati suddivisi in due categorieGlobal, che rappresenta la Babele dell’immaginario da cui hanno origine gli sguardi autoriali e la pluralità del linguaggio audiovisivo, e Intimacy, che raccoglie storie intime e personali”, ci spiega Enza.

Tra le pellicole in concorso, selezionate su cento proposte, spiccano per esempio Lupen- Romanzo di un ladro reale di Valerio Burli, su un ladro gentiluomo savonese che organizzò una rapina a Londra, ai danni del principe Carlo. Oppure Sobre la marxa (The creator of the Jungle) di Jordi Moratò, che racconta la storia di un uomo che, per sfuggire alla modernità, ricerca lo spirito primitivista costruendo e disfacendo di continuo capolavori d’ingegneria nella foresta. Inoltre, per festeggiare la decima edizione della rassegna, ci saranno anche tre proiezioni speciali: Our War di Benedetta Argentieri, Bruno Chiaravallotti e Claudio Jampaglia, proiettato fuori concorso alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia, l’anteprima internazionale di Love for Sale della regista russa Taisia Reshetnikova e, infine, i gemelli De Serio presenteranno I ricordi del fiume.

All’interno delle quattro giornate di programmazione si terranno anche tre workshop: uno dedicato al crowdfunding, il secondo introdurrà i partecipanti alle tecniche di grading e al bilanciamento delle inquadrature e, infine, la masterclass di sceneggiatura, tenuta da Menotti, sceneggiatore, tra le altre cose, di Lo chiamavano Jeeg Robot.

Ascolta l’intervista completa.

      docunder30

Elena Usai 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.