Wolther Goes Stranger, Wolther Goes Acoustic! – Live

wolther

23 apr. – “Voglio che Wolther oltrepassi il suonare nei locali: visto che il senso estetico e le influenze cinematografiche e artistiche in questo progetto sono alte, ho deciso di presentare il disco in una galleria d’arte“: a parlare è Luca Mazzieri, titolare dei Wolther Goes Stranger. Il disco è il secondo della band, intitolato semplicemente II (Irma Records, La Barberia), la galleria è la Ono di Bologna, dove venerdì 10 è stato presentato al mondo con tutti gli onori del caso e un live. Ma lo showcase che la band ha fatto a Maps (dove è decisamente di casa) è qualcosa di unico e inedito. “Il disco suona molto violento: ne ho bisogno dal vivo per proteggermi, perché parlo di cose molto personali. Sono emozionato a essere qui, perché i pezzi sono pesanti e in acustico non li abbiamo mai suonati“, ha confessato Luca prima di cominciare con “Chiodi”, primo singolo e primo video dell’album (che è anche disco della settimana di Class). “Forse è la più bella canzone d’amore che ho scritto”: e Mazzieri era visibilmente emozionato quando ha cominciato, prendendo in mano una chitarra acustica “dopo dieci anni che non ne toccavo una”.

Insomma, quello che potete ascoltare è un live davvero intimo, che rivela l’anima più palpitante dei Wolther: insieme a Luca, i fidati musicisti Linda Brusiani, Massimo Colucci e Stefano Cristi ci hanno regalato davvero qualcosa di prezioso, che va oltre ciò che accade di solito nei nostri studi, in cui i musicisti riproducono le versioni “di partenza” dei pezzi che poi sentiamo su cd o dal vivo. Qui le canzoni sono spudoratamente nude, e confermano una nuova fase della band, in cui il sesso (motore pulsante delle prime prove) viene sostituito dall’amore e dalla passione, e non si ha paura di affrontare frontalmente il pop e la melodia.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.