A volte (le bici rubate) ritornano

Biciclette_rastrelliera_2013

Bologna, 7 nov. – Può accadere che una bicicletta rubata anni addietro ritorni alla legittima proprietaria. Non è la trama di un film di fantascienza, ma la storia di D., attivista di Salvaiciclisti Bologna, a cui gli agenti del commissariato “Bolognina Pontevecchio” hanno restituito una bici rubatale nel lontano 2008. L’associazione, non a sproposito, parla di “piccolo miracolo bolognese”.

Questo il racconto: “Questa estate ho avvistato la mia bicicletta proprio nella zona dove mi era stata rubata. Avevo fatto regolarmente denuncia a suo tempo, fornendo tutti i dettagli che avrebbero permesso il riconoscimento. Ero certa che fosse mia per via di alcuni segni fatti durante un trasporto in treno. Avevo anche infilato una targhetta con mio nome e cognome dentro la sella. Ho atteso il suo nuovo “proprietario” per avere informazioni e accordarci per la restituzione. Non ha voluto ascoltarmi e se n’è andato facendomi il dito medio. Sono andata subito in Polizia per denunciare di nuovo il fatto, lì gli operatori mi hanno detto di chiamarli non appena l’avessi rivisto con la bicicletta. Dopo due mesi l’ho incontrato nuovamente, ho chiamato il 112 ma mi hanno detto che senza copia della denuncia sul posto non sarebbero potuti intervenire, anche se successivamente questo dato non è risultato vero ed ero molto amareggiata. Però non ho perso le speranze, il giorno dopo mi sono rivolta alla sede di Polizia del mio quartiere. Si sono mossi tempestivamente e con efficacia e dopo aver raccolto tutti i dati hanno proceduto ad appostarsi nei pressi della zona indicata. Dopo nemmeno una settimana mi hanno chiamata e mi hanno restituito la bici, vorrei ringraziarli pubblicamente per per essersi adoperati con professionalità e attenzione alla mia tutela. Giustizia è fatta!»

Proprio la settimana scorsa l’associazione di cui fa parte D. aveva promosso una mobilitazione contro il furto delle biciclette e per sensibilizzare i cittadini contro l’acquisto di bici rubate. “Il furto di bici è considerato spesso un reato minore- scrive Salvaiciclisti in una nota-, e non sempre i cittadini vengono incoraggiati a fare denuncia e a tentare di recuperare i propri mezzi, senza considerare l’enorme valore che può avere la bicicletta nel garantire ai cittadini libertà di movimento, spostamenti efficienti ed economici”.

D. e Salvaiciclisti ringraziano gli agenti che hanno saputo “ascoltare e lavorare per garantire questo diritto (a riavere la bicicletta, ndr), con la speranza che possa essere d’esempio per tutti i colleghi che accolgono le denunce dei cittadini”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.