Violenza contro le donne, presto a Bologna un centro per uomini maltrattanti

violenza di genere

25 Nov. – Entro la fine del 2017 anche a Bologna è prevista l’apertura di un centro per uomini maltrattanti. Lo hanno detto in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea delle Nazioni Unite nel 1999, il sindaco Virginio Merola e l’assessore alle Pari Opportunità Susanna Zaccaria. “Per contrastare una cultura maschilista e patriarcale, purtroppo ancora troppo presente nel nostro Paese, bisogna coinvolgere sempre di più anche gli uomini” ha spiegato il primo cittadino. L’assessore Zaccaria commenta: “C’è molta disponibilità su questo progetto e per me è una priorità”. In Emilia Romagna sono presenti già quattro centri di questo tipo: a Modena, Ferrara, Forlì e Rimini.

Oggi nel cortile d’onore di Palazzo d’Accursio è stata scoperta una targa in memoria di tutte le vittime di femminicidio, posta subito sotto a quella che rende omaggio ai dispersi durante la II Guerra Mondiale. A Bologna sono 666 le donne che si sono rivolte alla Casa delle Donne per non subire violenza dall’inizio del 2016 a fine ottobre. Nei primi dieci mesi dell’anno sul territorio metropolitano di Bologna si sono registrati 101 casi di violenza sessuale (62 in città), di cui 95 con vittima una donna (58 nel capoluogo). I femminicidi sono stati tre a livello metropolitano, di cui uno a Bologna.

Sabato 26 novembre è stata convocata la manifestazione nazionale #NonUnaDiMeno, promossa da Rete IoDecido, D.i.Re – Donne in Rete Contro la violenza e UDI – Unione Donne in Italia. L’inizio del corteo è previsto alle ore 14.00 a Piazza Esedra e si concluderà a Piazza San Giovanni.

Di violenza contro le donne, fisica e verbale, e di centri per uomini maltrattanti abbiamo parlato questa mattina con Angela Romanin della Casa delle donne di Bologna e con la Presidente di Camst Antonella Pasquariello.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.