Via Libia. L’area dismessa aggiudicata per 1,4 milioni

via libia

Bologna, 30 ott. – Completate le verifiche previste dalla legge, la Città metropolitana di Bologna ha definitivamente aggiudicato alla ditta Tassone costruzioni di Lumezzane (Brescia) la vendita dell’area di via Libia 67/71, per un importo di un milione e 405.000 euro più Iva. Questo il prezzo emerso dall’asta pubblica dello scorso luglio, quando la ditta lombarda si era provvisoriamente aggiudicata l’area come unico partecipante alla gara.

L’area, da tempo dismessa, ospitava un’autorimessa dell’Atc e rappresenta una delle alienazioni che l”ex Provincia ha lasciato in eredita alla metropolitana. Il comparto dovrà essere riqualificato “secondo le previsioni del nuovo Piano operativo comunale (Poc) approvato a febbraio”, ricorda una nota di Palazzo Malvezzi. “Con la vendita dell’area sotto il ponte di via Libia, spazio logisticamente strategico della città- commenta Marco Monesi, consigliere metropolitano con delega al Patrimonio- è stato realizzato un altro obiettivo, che non serve solo a dare risorse alla Città metropolitana ma soprattutto fondamentale perché si possa riqualificare un’area che da tempo aspetta di essere recuperata e che cambierà l’aspetto di un’ampia zona della Cirenaica“. L’area si estende per 8.601 metri quadrati e la sua riqualificazione prevede la demolizione degli edifici esistenti. I nuovi proprietari, in aggiunta all’esborso dovuto per l’acquisto, dovranno farsi carico degli “ingenti costi derivanti dagli interventi di bonifica necessari per eliminare l”inquinamento del suolo da idrocarburi”, ricorda la Città metropolitana. I primi tentativi di alienare l”area risalgono al 2008, con un progetto che prevedeva un mix di destinazioni tra residenziale, commerciale e terziario. All”epoca il prezzo a base d”asta era di circa 2,5 milioni.

(Dire)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.