Via libera al passante di Mezzo. I cantieri nel 2017

Bologna, 6 apr. – C’è l’accordo sul cosiddetto Passante di mezzo, il progetto alternativo al Passante nord di Bologna che prevede l’allargamento in sede di tangenziale e autostrada. I cantieri potrebbero partire già l’anno prossimo. Ad annunciarlo il ministro Graziano Delrio, questo pomeriggio a Bologna per il convengo sul Piano strategico metropolitano.

Delrio arriva nel pomeriggio a Palazzo Re Enzo, si apparta per qualche minuto col sindaco Virginio Merola e poi si concede ai microfoni. “Il Passante si farà- ufficializza Delrio, con un sorridente Merola al suo fianco- ieri abbiamo avuto un incontro molto proficuo”. Il ministro loda la collaborazione con Regione ed enti locali, sottolineando la “interlocuzione fattiva con Società autostrade”. E annuncia: “Siamo pronti, il progetto è pronto. Abbiamo risolto gli ultimi nodi, spero che il sindaco trovi il tempo di venire a Roma a firmare l’accordo tra una settimana, dieci giorni al massimo, per dare certezza vera a un’opera attesa da troppo tempo”. Per Delrio, il Passante di mezzo è “una soluzione buona veramente, perché ci consente di stare sul tracciato esistente e di risolvere altri nodi sulla viabilità” del territorio bolognese. Il ministro sottolinea anche che “i problemi con gli enti locali e la Regione sono stati risolti, spero non ce ne siano all’ultimo momento”. Delrio ricorda poi la promessa fatta nei mesi scorsi da Merola, con l’impegno preso di trovare una soluzione definitiva al tema del Passante nord entro la primavera. “Credo che se lavoriamo intensamente- afferma il ministro- si può terminare la progettazione in tempi non lunghissimi e vedere l’inizio dei cantieri già nel 2017“. Insomma, chiosa Delrio, “sono molto soddisfatto del risultato. La città di Bologna merita una soluzione a un problema da troppo tempo discusso”.

“Grazie ministro, io ho la biro pronta per la firma” commenta il sindaco di Bologna, Virginio Merola, mentre mostra per davvero una penna. Dopo l’annuncio di Delrio, il primo cittadino si dichiara “molto soddisfatto, è stato un ottimo lavoro. Ci eravamo impegnati a raggiungere questo risultato e grazie al contributo di di tutti, in particolare del ministero, l’obiettivo è stato raggiunto. La prossima settimana ci incontreremo per siglare l’accordo”. Un accordo che “prevederà di lavorare sull’attuale tracciato, con forti opere di mitigazione e di inserimento paesaggistico. Contemporaneamente- continua Merola- saranno risolti i temi di viabilità e di adduzione con il sistema della tangenziale chiesti dai nostri sindaci. Quindi, davvero un ottimo risultato”. Anche perché “risparmieremo parti di terreno agricolo che sarebbero state cementificate e con questa operazione realizzeremo 400 ettari di bosco attorno al sistema della tangenziale”, aggiunge il sindaco. Si tratta dunque di “un progetto di levatura europea, che grazie a questo Governo si sblocca” e così “si sblocca definitivamente- conclude Merola- l’ultima opera infrastrutturale che avevamo in arretrato nella nostra Città metropolitana”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.