Urali: dalla portineria di un albergo agli Sparklehorse

urali

1 mar. – In anteprima sul nostro sito potete ascoltare una bellissima raccolta realizzata dalla Oh!Dear Records in collaborazione con sedici band inglesi e italiane, e dedicata al leader degli Sparklehorse, Mark Linkous. In apertura Ivan Tonelli, in arte Urali: “”Ho deciso di reinterpretare “Someday I Will Treat You Good“, presente nell’impronunciabile album di debutto Vivadixiesubmarinetransmissionplot“, racconta il musicista a Maps. “Avevo quattordici anni quando avvenne l’incontro magico con gli Sparklehorse, durante il concerto dei R.E.M. nel 2003, per i quali aprirono molte date del tour. Non li conoscevo, ma ne fui subito colpito“. La compilation, realizzata dalla  in collaborazione con sedici band inglesi e italiane,

Un brano in origine molto ritmato, riceve nuova linfa vitale con Urali che gli dona la morbidezza tipica del suo stile, molto presente nel secondo disco Persona, uscito l’anno scorso per To Lose La Track e Fallo Dischi. “Ho cominciato a suonare due anni e mezzo fa, mentre lavoravo come portiere in un albergo. Con una chitarra al mio fianco, adattandomi al silenzio del contesto, ho iniziato a suonare alcuni brani. Per problemi logistici, ovviamente, ho imparato ad arpeggiare e, seppur nati con le sonorità della chitarra classica, pensavo già a come renderli distorti”. Questa la formazione del nostro musicista che con Persona, in cui ogni traccia è dedicata a figure reali appartenenti al suo emisfero affettivo e non, dimostra le proprie qualità e noi non vediamo l’ora di ascoltare i suoi prossimi lavori.

Elena Usai 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.