Unibo. In via Zamboni i tornelli resistono solo poche ore

tornelli controllo accessi via zamboni 36Bologna, 23 gen. – Giornata di debutto per il controllo degli accessi in via Zamboni 36, sede della biblioteca di Discipline umanistiche dell’Università di Bologna e della relativa sala studio. Il sistema di controllo degli accessi, con porte di vetro oltrepassabili solo col badge dell’Alma Mater, è rimasto in funzione solo poche ore. Poi, per la pressione del Collettivo universitario autonomo e di altri studenti presenti, le porte sono state disattivate. Gli universitari raccontano di code all’ingresso durante la mattinata e il primo pomeriggio, e “di studenti che sono rimasti bloccati tra le due ante di vetro”.

“Abbiamo detto ‘no’ ai tornelli, che tra l’altro hanno creato solo disagi e problemi. Le porte – raccontano i militanti del Collettivo universitario autonomo – sono state spalancate prima da dentro e poi da fuori perché c’era troppa gente in fila, e ora il 36 di via Zamboni è di nuovo aperto a tutti”. Per la serata il Cua annuncia un’assemblea studentesca per discutere la situazione.

“Questo pomeriggio – si legge sul profilo facebook del collettivo – addirittura la Digos ha cercato di entrare come nulla fosse nell’aula studio! Questo è inaccettabile, gli studenti hanno immediatamente cacciato la digos e aperto le porte!”. Emiliano è uno studente dell’Università di Bologna e militante del Cua.

      emiliano cua

Sul posto, per discutere con gli attivisti e gli studenti contrari ai tornelli, la professoressa Francesca Tomasi, presidente della biblioteca di Discipline umanistiche dell’Università di Bologna. “Abbiamo scelto di installare il sistema di controllo degli accessi per tutelare gli studenti da possibili situazioni sgradevoli, perché al 36 entravano anche spacciatori e persone che si iniettavano dosi. Questo – continua Tomasi  – era il primo giorno di apertura, un po’ di coda si è creata e il funzionamento della macchina andrà testato. Ma così non possiamo nemmeno valutare la nuova soluzione. Domani mattina? Dobbiamo ancora capire come far fronte alla situazione”.

      francesca tomasi x h2bo

No comment per il momento dal prof. Guglielmo Pescatore, presidente del sistema bibliotecario d’Ateneo. “Quando capiremo cosa fare ve lo diremo”, dice Pescatore.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.