UniBo a Pompei. Primo report sul Grande progetto

Bologna, 15 giu. – “Spero che da Pompei esca una squadra capace di lavorare per i beni culturali in giro per il mondo”. Guarda già lontano Enrico Giorgi, coordinatore del gruppo dell’Alma Mater che sta realizzando il Piano della Conoscenza nell’ambito del Grande progetto Pompei. E’ tornato a Bologna per un primo resoconto del lavoro svolto in questi mesi, da quando l’Università di Bologna si è aggiudicata il lotto 3, finanziato dall’Unione europea per 700mila euro.

Fra archeologi specializzandi (20), giovani ricercatori (10), ingegneri strutturisti (6), topografi (3), restauratori (3) e architetti (3) sono 45 gli universitari bolognesi impegnati nel cantiere, oltre ad altri collaboratori esterni. “Siamo tornati a lavorare in un contesto che ci è familiare”, ha raccontato stamattina nell’Aula Prodi di S. Giovanni in Monte Giorgi, spiegando che le aree intorno alla Casa del Centenario sono state “una palestra per molti nostri studenti, oggi ricercatori che contribuiscono al progetto”.

“Portiamo le nostre competenze in un sito che ti mette alla prova tutti i giorni, in maniera unica”, dice ai nostri microfoni l’archeologo e professore a contratto della Scuola di Lettere e Beni culturali

Sono 11 mila le superfici di cui il gruppo bolognese è impegnato a mappare il degrado. Gli altri obiettivi della missione sono il “rilievo fotogrammetrico degli elevati e dei pavimenti” e il “rilievo plano-altimetrico delle strutture edilizie, dettagliato in scala 1:50″. Per realizzarli, stanno usando una coppia di GPS, 4 stazioni totali e 2 laser scanner.

Le rilevazioni proseguiranno sino alla fine dell’anno e il direttore del progetto dell’Università di Bologna Giuseppe Sassatelli annuncia per l’autunno un nuovo resoconto alla comunità scientifica bolognese.

I risultati del lavoro dei ricercatori bolognesi entreranno “nel grande archivio informatico che stiamo realizzando”, spiega il sovrintendente archeologo di Pompei Massimo Osanna, che sarà “la base per le ricerche future e per le nostre politiche di tutela e conservazione

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.